LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Un libro digitale per i-pad racconta l’Acqua dell’Elba e la sua storia

Stasera alle 21.30 presso il Centro culturale De Laugier a Portoferraio sarà presentato "Multitouch Book", un progetto tutto elbano firmato dallo studio di Federico Caprilli

Un libro digitale per i-pad racconta l'Acqua dell'Elba e la sua storia

L’innovazione tecnologica sta cambiando il settore dell’editoria. La rivoluzione digitale ha fatto sì che tutto il comparto della carta stampata migrasse anche sui monitor dei nostri computer, dei nostri dispositivi portatili. In parallelo l’evoluzione di questi dispositivi, smartphone e tablet in testa, ha permesso di fruire dei contenuti in maniera nuova. L’editoria digitale già oggi offre innumerevoli vantaggi rispetto al prodotto cartaceo, le previsioni per il futuro sono più che rosee. Stasera alle 21.30 presso il Centro culturale De Laugier a Portoferraio, sarà presentato il libro digitale “Multitouch Book” che racconta la storia di Acqua dell’Elba, la nota azienda elbana che da anni opera con successo nel settore dei profumi. “Acqua dell’Elba – Storia di una manifattura artigianale di profumi”, questo il titolo della pubblicazione digitale riservata agli utenti di iPad, pubblicazione che sarà presto disponibile in forma gratuita sugli iBookstore di 51 paesi. Per scaricarla sono necessari un iPad, l’App gratuita per la lettura iBooks ed una connessione wifi. Una volta scaricata i contenuti saranno disponibili anche in assenza della connessione ad internet.

Nel libro, che sarà illustrato dal vivo durante la presentazione, sono presenti capitoli dedicati alla flora dell’Elba e al progetto di ripristino della sentieristica costiera intrapreso da Acqua dell’Elba oltre alle numerose pagine dedicate alla collezione d’arte ed agli artisti che la compongono. Una pubblicazione che coinvolgerà il lettore in un’esperienza del tutto nuova, un progetto tutto elbano che porta la firma dello Studio fotografico Federico Caprilli. La serata, aperta al pubblico, terminerà con un brindisi che vuole celebrare le bellezze ancora autentiche dell’Isola d’Elba.