LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sviene e sbatte la testa, servono i pompieri per entrare

Un intervento complesso in una Porto Azzurro piena di gente per la festa di ieri sera. In campo Carabinieri, polizia municipale, volontari della Misericordia e Vigili del Fuoco per aprire la porta del suo appartamento

Sviene e sbatte la testa, servono i pompieri per entrare

Un intervento sanitario piuttosto difficile ha movimentato le prime ore della Notte Azzurra che si è svolta ieri a Porto Azzurro. Una chiamata è arrivata intorno alle 21,40 al 118: un uomo, che si trovava da solo in un appartamento di via Dante Alighieri, non rispondeva alle chiamate dei familiari, che non avevano le chiavi dell’appartamento. Trattandosi di persona con alcune patologie, la chiamata ha assunto subito carattere di urgenza. Sul posto sono arrivati Carabinieri, Polizia Municipale, volontari della Misericordia di Porto Azzurro e un’altra ambulanza della Misericordia di Portoferraio con medico a bordo. E’ stato però necessario attendere l’arrivo di una squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Portoferraio per aprire la porta dell’appartamento. L’uomo, 48 anni, di Roma, era svenuto e aveva battuto la testa: avrebbe reagito alle prime cure dei sanitari ma rimanendo in stato confusionale, senza quindi chiarire le cause del malore. Il turista è stato così portato per sicurezza al pronto soccorso dell’ospedale di Portoferraio, dove è stato trattenuto per accertamenti. A parte la conclusione fortunatamente meno grave del previsto dal punto di vista sanitario, sono da sottolineare le difficoltà – risolte comunque in pochi minuti – che hanno dovuto affrontare i soccorritori, a causa della gran mole di traffico pedonale e veicolare in atto a Porto Azzurro ieri sera in occasione della Notte Azzurra.