Quantcast
Oggi l'Elba come museo d'arte contemporanea all'aria aperta - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Oggi l’Elba come museo d’arte contemporanea all’aria aperta

La presentazione del volume dedicato alle opere ambientali di Italo Bolano. Alle 21,30, nel prestigioso “Chiostro” del Centro culturale De Laugier

Oggi l'Elba come museo d'arte contemporanea all'aria aperta

Il volume “Isola d’Elba un Museo Diffuso d’Arte Contemporanea all’aria aperta – Opere ambientali di Italo Bolano” edito da Giorgio Mondadori approda anche nel capoluogo elbano sabato 17 agosto alle ore 21,30, nel prestigioso “Chiostro” del Centro culturale De Laugier. Farà gli onori di casa l’assessore alla Cultura Antonella Giuzio. Interverranno il presidente della Sezione Elba e Giglio di Italia Nostra Leonardo Preziosi e la storica dell’arte Rosanna Barbiellini Giovannetti. Condurrà la serata il giornalista Francesco Guidara. Verranno proiettati documentari, realizzati da Alessandra Ribaldone, che illustrano il rapporto arte e natura e l’attività di Bolano che da quasi 50 anni opera a favore della cultura elbana nel suo Centro Museo a San Martino.

Qui in un parco di piante mediterranee da lui stesso realizzato, con 30 opere monumentali, da sempre Bolano offre ad un pubblico internazionale manifestazioni culturali, tra mostre, conferenze, rappresentazioni teatrali e musicali, dibatti che oggi ammontano a circa 350.

I laboratori del museo sono inoltre la “fucina” dalla quale l’artista elbano ha fatto scaturire altri 20 monumenti che ha realizzato con varie tecniche, dalla ceramica monumentale all’acciaio, al vetro dallas e che oggi decorano l’Isola e costituiscono un itinerario culturale e artistico che accompagna il visitatore alla scoperta di luoghi, eventi storici e personaggi illustri.

Portoferraio ospita tre opere che nel progetto originario costituivano un trittico omaggio alla Navigazione dei popoli nel tempo. Due strutture in acciaio e vetro dallas, “Sestante” e “Barca del Sole” danno il benvenuto a chi entra in città all’inizio del porto “antico”. La grande ceramica “Navigazione”, gravemente danneggiata durante una bufera nell’inverno, e’ ora in restauro presso i laboratori del Museo di Bolano e presto tornerà sul piazzale di sbarco nel porto nuovo. Nel volume di Bolano si scoprono anche altre opere che fin da giovanissimo l’artista ha collocato nella sua città natale, dal grande rosone sulla chiesa di San Giuseppe a Carpani alla decorazione del Teatro Pietri, oggi chiuso al pubblico, al monumento all’eroe Ilario Zambelli nei giardini lungomare, alle tele poste nell’aula del tribunale.

Inoltre troviamo schizzi dei numerosi progetti che l’artista aveva per abbellire con l’arte Portoferraio. La presentazione del volume è l’occasione per Bolano di illustrare la sua opera completa sull’Isola, ma anche di “consegnarla” idealmente agli elbani, un’opera aperta ad altri Artisti che lo vorranno integrare nel tempo, per questo è un “Museo in progress” un primo passo verso un rilancio culturale che potrà promuovere l’Elba ancor meglio a livello internazionale. L’artista risponderà volentieri alle domande dei presenti: la serata è libera e tutti sono invitati.