Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Le “Leggende elbane” di Marisa Sardi lunedì alla Vantina

Racconti tramandati spesso oralmente, di generazione in generazione, magari la sera a veglia, di fronte al camino acceso. La presentazione del libro

Le "Leggende elbane" di Marisa Sardi lunedì alla Vantina

Lunedi nella piazzetta della Vantina a Capoliveri sarà presentato il libro di Marisa Sardi “Leggende elbane”. L’evento inizierà alle ore 22. L’Associazione culturale Gran Ducato Elba sarà presente e organizzerà una sorpresa sulla leggenda dell’Innamorata. Un passaggio dell’introduzione dell’autrice: “I racconti leggendari sono caratterizzati da una notevole varietà tematica e da un ben riconoscibile legame storico e topografico con la realtà. Quelli fioriti o narrati all’Elba, sono numerosi e presentano protagonisti maschili e femminili alle prese con una realtà troppo spesso dura e violenta edulcorata dalla fantasia degli uomini. Nella maggior parte dei casi sono stati tramandati oralmente, di generazione in generazione, magari la sera a veglia, di fronte al camino acceso che, con i suoi bagliori accompagnava i fatti narrati, rendendoli ancora più misteriosi e fascinosi. La maggior parte delle leggende presenti in questa mini antologia, le ho apprese da nonna Elisabetta e da mamma Caterina; io le ho solo scritte per lasciarne memoria alle generazioni future.Tra tutte le leggende elbane più esemplari e frutto degli eventi storici del tempo, ho scelto quelle che hanno protagoniste femmine perché sono numerose. Alcune presentano principesse, altre giovani e ignare fanciulle, sopraffatte da una realtà ben più forte e potente di loro. Sono presenti anche donne dotate di sinistri poteri soprannaturali come le streghe e altre, al contrario, caratterizzate da poteri benefici. Queste ultime costituiscono le leggende religiose presenti sull’isola, sia relative al racconto agiografico che alla scelta del luogo di fondazione dell’edificio di culto. Per comprendere meglio e apprezzare pienamente le singole narrazioni fantastiche ho ritenuto opportuno farle precedere da notizie storiche, sufficienti a illustrare il periodo al quale si riferiscono. Molti dei fatti narrati sono accaduti realmente; gli elbani li hanno solo nutriti e fatti crescere”.

L’autrice Marisa Sardi è nata nel 1951 a Portoferraio, dove ha frequentato il Liceo Classico “Foresi”. Successivamente iscrittasi all’Università di Firenze presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, ha conseguito la Laurea in “Storia e filosofia”. Inizialmente ha insegnato in Toscana materie letterarie in alcune scuole medie e Storia e Filosofia presso Istituti pubblici superiori. Prediligendo l’Elba vi ha svolto la propria professione fino al pensionamento. Desiderosa di contribuire alla conoscenza della Storia e della Cultura dell’isola, ha pubblicato articoli ad essa inerenti, frutto di ricerce storiche ed archivistiche. Tra i saggi ricordiamo: “L’isola e i suoi frutti” scritto con la dott.ssa Gloria Peria; “La condizione delle donne a Portoferraio dal XVI al XVIII secolo” in “Tra il rigore della legge e il vento della storia” pubblicazione curata da Gloria. Peria; “Frutti elbani dimenticati”; “Portoferraio e le sue prime istituzioni”, ancora inedito. Attualmente sta scrivendo “La storia della Insigne Arciconfraternita del Santissimo sacramento di Portoferraio”.