Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Ispezioni a Grigolo e Ghiaie: “Gli impianti sono integri”

La condotta è regolare e la rete fognaria funziona. E' questo l'esito degli accertamenti ("costosi") disposti da Asa dopo l'allarme inquinamento sulla spiaggia. esami del laboratorio ambientale attrezzato della Capitaneria

Ispezioni a Grigolo e Ghiaie: "Gli impianti sono integri"

La condotta del Grigolo è integra, la rete fognaria pubblica posta alle Ghiaie funziona e ha sempre funzionato regolarmente. Lo ha comunicato Asa. gestore del servizio idrico integrato, al Comune di Portoferraio e lo rende noto anche pubblicamente, dopo l’ispezione subacquea della condotta sottomarina di scarico degli impianti che servono l’abitato di Portoferraio. Le verifiche hanno fatto seguito al divieto di balneazione sulla spiaggia delle Ghiaie, a sua volta disposto per l’inquinamento da colibatteri, ASA comunica che, sia (peraltro la tubazione pubblica è collocata distante dall’arenile), sia la condotta sottomarina di scarico delle acque reflue dell’impianto del Grigolo a Portoferraio, hanno sempre funzionato regolarmente.

Per quanto riguarda quest’ultimo impianto – precisa Asa – la prima ispezione urgente è stata eseguita immediatamente la sera di giovedì 8 e proseguita venerdì 9 agosto. Nei due giorni, il personale subacqueo professionista ha effettuato riprese subacquee fino alla profondità di circa 32 metri e a una distanza di 600 metri e l’intervento non ha evidenziato nessun tipo di anomalia (come comunicato a Comune ed Arpat).

E’ stata effettuata un’ ispezione con ROV (Remotely Operated underwhater Vehicle) per l’intero tracciato della condotta sottomarina. La registrazione con telecamera ha anch’essa evidenziato l’assoluta integrità della condotta, dal punto di partenza a terra (LTE) coordinate WGS84 Latitudine 42° 49’ 45’’ Longitudine 10° 20’ 03’’, allo scarico del diffusore ad Y posto ad una profondità di ml. 58 (TD) Latitudine 42° 49’ 12’’ Longitudine 10°20’20’’. Asa ha anche fatto presente “che il lavoro d’ispezione eseguito con urgenza dall’Azienda, senz’altro utile e dovuto, ha comunque comportato un costo non trascurabile”.

Nel primo pomeriggio è uscita in mare con un laboratorio ambientale attrezzato la Capitaneria di Porto per ulteriori accertamenti.