Quantcast
All'Elba si ricevono forte e chiaro i segnali degli 007 - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

All’Elba si ricevono forte e chiaro i segnali degli 007

Lontana da fonti di smog elettromagnetico, l'isola permette di ricevere le trasmissioni cifrate con eccellente qualità. Ecco il video realizzato a Portoferraio con una radio, un computer e un i-pad che ricevono la sequenza

All'Elba si ricevono forte e chiaro i segnali degli 007

Fbi, Cia, Kgb questi i nomi di alcune delle più famose intelligence mondiali, i servizi segreti per intenderci. Sigle portate alla ribalta dalla cinematografia e dai numerosi best seller sullo spionaggio. Vi siete mai chiesti nella realtà come facciano i vertici di queste agenzie a impartire ordini agli 007 sparsi per il mondo? Scordatevi computer olografici e diavolerie simili degne di James Bond: nel 2013 si usa sempre la vecchia cara radio, abbinata spesso all’ancor più antiquato codice morse. Lo si fa principalmente per due motivi fondamentali: con i computer si lasciano sempre e comunque tracce, in secondo luogo perché allo 007 di turno, ovunque si trovi, basta una comunissima radiolina ad onde corte per ricevere il segnale.

L’isola d’Elba lontana da fonti di smog elettromagnetico permette di ricevere queste trasmissioni con eccellente qualità anche dai luoghi più remoti. Nel video realizzato a Portoferraio, con una radio, un computer e un ipad, mi sono imbattuto in una sorgente di origine apparentemente sconosciuta. Sul display del tablet che traduce in automatico il codice, una sequenza di caratteri a prima vista incomprensibili. Dopo qualche riga di testo appare chiaro però il ripetersi sporadico di una sequenza ben definita di lettere e numeri. Una ricerca su internet fornisce informazioni più esaustive su quanto cerchiamo. Secondo numerosi ricercatori la fonte ricevuta proverrebbe da Israele ed apparterrebbe nello specifico alla Ifd Israelian Force Defence.

Number Station questo il nome generico con il quale vengo identificate queste stazioni. Non ė illegale ascoltare perché di fatto ufficialmente non esistono, nessun ministero delle comunicazioni o ente governativo ne regolamenta le trasmissioni. Ne esistono di diverse tipologie, le principali sfruttano voci che trasmettano costantemente in chiaro sempre sequenze di numeri e lettere all’apparenza casuali, altre come in questo caso, inviano gli stessi dati sotto forma appunto di codice morse. A fermare questo breve e speriamo interessante racconto, il limite invalicabile del Cifrario di Verman una codifica pressoché inviolabile che rende queste sequenze misteriose e non traducibili senza un apposita chiave (il libretto che lo 007 porta sempre con sé).

Andrea Maenza