LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Toremar in viaggio con Golia”, spettacolo che lascia il segno

A Portoferraio musica, spettacolo, divertimento e tanta gente per lo show offerto dalla compagnia di navigazione. La "Iena": “Affascinato da questo mare, tornerò presto”. Onorato: "Show all'altezza delle aspettative"

“Toremar in viaggio con Golia”, spettacolo che lascia il segno

Musica, spettacolo, divertimento, tanta gente e la magia dell’estate che prende corpo. Lo spettacolo di venerdì a Portoferraio, “Toremar in viaggio con Giulio Golia”, ha lasciato il segno nell’estate elbana. Il centro storico della città medicea, con la location dell’evento offerto dalla compagnia di navigazione Toremar individuata in piazza della Repubblica, era pieno di gente accorsa da ogni parte dell’isola per lo show che ha visto sul palco insieme alla “Iena” e alla sua inesauribile verve musical-satirica anche il mago – cabarettista Francesco Scimemi. Lo spettacolo è stato decisamente all’altezza delle aspettative: tanta bella musica coinvolgente, momenti esilaranti di comicità, satira irriverente, tutto quello che serve insomma per accendere un pubblico che ha mostrato di gradire i contenuti della serata. In particolare sul palcoscenico Golia è stato, in maniera abbastanza sorprendente per chi non lo conosceva sotto questo aspetto, il leader – mattatore di un’orchestra formata da nove elementi che hanno eseguito un repertorio che ha spaziato fra i più grandi successi della dance music e del funky.

“Ringrazio Toremar per avermi dato l’opportunità di venire all’Isola d’Elba – ha detto alla fine della serata Giulio Golia, in partenza per un’altra data del suo tour estivo –sono rimasto affascinato dal suo mare e dalla sua gente, e tornerò presto da queste parti”. “Davvero una serata all’altezza delle aspettative – ha commentato l’Amministratore delegato di Toremar Achille Onorato – abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati, e cioè quello di regalare un momento di divertimento a Portoferraio e a tutta l’isola, per consolidare sempre di più il nostro legame con il territorio”.