LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“I fermi sono il risultato di un piano contro questi reati”

In questo periodo dell'anno i furti in appartamento aumentano. L'appello dei capitano dei Carabinieri elbani: "Difendete il vostro patrimonio, ecco come"

"I fermi sono il risultato di un piano contro questi reati"

Un servizio mirato, messo in atto dai Carabinieri elbani già dall’inizio dell’estate, ma che in questo momento di grande afflusso turistico sull’isola ha visto l’aumento di reati di tipo predatorio, in particolare dei furti in appartamenti. Nei giorni scorsi i tre trasfertisti serbi ne hanno messi a segno diversi tra Porto Azzurro e Campo. L’attenzione da parte dell’Arma rimarrà alta con controlli serrati sia nelle zone urbane che periferiche dei paesi, ma l’appello di Zatelli è anche di imparare a difendere il proprio patrimonio con pochi piccoli accorgimenti.

Ecco alcuni consigli per proprietari e villeggianti, contro l’indesiderata visita dei ladri, oltre che meno dannosa:


• Un ruolo fondamentale assume la reciproca collaborazione tra i vicini di casa, in modo che vi sia sempre qualcuno in grado di tener d’occhio le abitazioni.
• Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza (collegare l’ antifurto al 112 è gratuito).
• Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti.
• Conservate i documenti personali, contanti e preziosi in cassaforte o in un altro luogo sicuro.
• Aumentate, se possibile, le difese passive della casa. L’installazione di un allarme, di avvolgibili di sicurezza o di telecamere a circuito chiuso sono accorgimenti utili.
• In caso di assenza prolungata avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici.
• Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti.
• Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.
• Se avete degli oggetti di valore, fotografateli e riempite una scheda con i dati considerati utili in caso di furto.
• Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.).
• Nel caso in cui vi accorgete che la serratura della porta dell’abitazione o un infisso sono stati manomessi o che una porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112, o un altro numero d’emergenza. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le possibili tracce e telefonate subito al Pronto Intervento.