LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Le terme di Cavo presto potrebbero essere una realtà

Completate in questi giorni le analisi della fonte trovata in località Baccetti: ha una temperatura di 47 gradi e una portata di 10 litri al secondo, caratteristiche importanti e compatibili con un vero centro termale. Le opportunità per il territorio. Gara e variante: ecco quello che succederà

Le terme di Cavo presto potrebbero essere una realtà

Diventa sempre più concreta la possibilità di un centro termale a Cavo, frazione del Comune di Rio Marina. Si stanno infatti intensificando proprio in questi giorni le verifiche e le analisi sulla fonte situata in località Baccetti. Due società – Ati Tiemme e San Giovanni – hanno avuto la concessione per la ricerca dell’acqua. E la ricerca ha dato esito straordinariamente positivo: l’acqua ha una temperatura di 47 gradi e una portata media di circa 10 litri al secondo, caratteristiche compatibili con la creazione, appunto, di un centro termale in piena regola. Ovviamente sono immaginabili le opportunità che una struttura del genere potrebbe fornire per Cavo, per Rio Marina e per l’Elba intera, anche perché il procedimento di raffreddamento dell’acqua, necessario perché possa essere utilizzata nelle vasche e negli altri impieghi previsti nell’ambito di un centro termale, fornirebbe energia utile e potenzialmente utilizzabile a fini civili, per esempio per il riscaldamento domestico dei centri abitati. Dal punto di vista amministrativo, toccherà al Comune, con una variante agli strumenti urbanistici, stabilire la localizzazione del centro termale, mentre la gestione dovrà essere assegnata tramite un bando, una gara pubblica, cui la società che conduce le ricerche parteciperebbe insieme ad altre, col diritto – nel caso in cui non vincesse la gara – di recuperare le spese sostenute per la ricerca.