LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Fusione di Rio Castello e Marina: prendere in mano il progetto

di Lelio Giannoni

Fusione di Rio Castello e Marina: prendere in mano il progetto

Sono passati tre mesi da quando, intervenendo nel dibattito post referendario, mi dichiarai favorevole a ridurre il numero dei comuni elbani, laddove le condizioni socioeconomiche l’avessero consentito. Per questo invitai il sindaco di Rio nell’Elba contrariato, a suo dire, per “lo spirito di conservazione prevalso nell’elettorato elbano”, a dare, lui per primo, una dimostrazione concreta di volontà innovativa, accogliendo l’invito alla fusione rivoltogli qualche anno prima dal Consiglio comunale di Rio Marina, con voto unanime. Oggi leggo su Tenews che un esperto di storia come Gianfranco Vanagolli, rifacendosi a un precedente articolo di Gisella Catuogno, fa un’analisi impeccabile sui motivi che portarono Rio Castello e la Piaggia a dividersi in due distinti comuni. Motivi che lo sviluppo tecnologico e le note vicende economiche dell’ultimo cinquantennio si sono incaricati di cancellare. Dopo gl’interventi di questi due esponenti della cultura elbana, e le disponibilità di massima espresse, a suo tempo dagli esponenti politici locali, credo che sia giunto il momento di prendere in mano questo progetto e discuterlo all’interno delle due comunità per valutarne il gradimento e poi, se i riesi rispondono, costituire un comitato e attivare le procedure amministrative.