Quantcast
"Regione rapidissima con Piombino, l'Elba trattata da parente povero" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Regione rapidissima con Piombino, l’Elba trattata da parente povero”

La Lega dà ragione al sindaco Simoni, secondo il quale la pianificazione del porto di Piombino doveva essere concertata con i Comuni isolani

"Regione rapidissima con Piombino, l'Elba trattata da parente povero"

“Elba, parente povero di Piombino e Cenerentola della Toscana”. Così Gennaro Ceruso, nuovo segretario provinciale della Lega Nord, riprende il problema sollevato nei giorni scorsi dal sindaco di Porto Azzurro Luca Simoni: “La rapidità con cui la giunta regionale, per prima, e poi il Consiglio regionale hanno approvato il Piano regolatore del porto di Piombino potrebbe far pensare a una ritrovata efficienza operativa di tali organi. Tuttavia, non può essere condivisa la rapidità se questa va a scapito della concertazione che tanto riempie i proclami della sinistra quando si tratta di prendere voti. La rapidità della decisione ha trascurato di coinvolgere i comuni elbani relegandoli, di fatto, in una posizione subalterna a Piombino quando, invece, non si possono trascurare le ricadute economiche e sociali sull’Isola d’Elba conseguenti a ogni scelta, giusta o sbagliata, fatta per quel porto”. “Da tempo – dice il segretario leghista – l’Elba è trascurata e occorre che la Regione dimostri concretamente, verso l’Elba, tutta l’attenzione che merita affinché rappresenti un fiore all’occhiello della Toscana”.