LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Al corteo funebre un disservizio poteva provocare danni seri

di Romano Bartoloni

Al corteo funebre un disservizio poteva provocare danni seri

La prontezza di spirito di un giovane ha evitato che le auto piombassero sulla coda del corteo funebre che accompagnava al comitero di Poggio lungo la via delle Cataste la salma di Mafalda Mazzei Segnini, uno dei personaggi più amati del borgo collinare. La folla era appena uscita da piazza della scuola ed era nascosta alla vista degli automobilisti diretti a Marciana da una curva a gomito. Dietro di loro, diversamente dal solito, non era stato assicurato alcun servizio d’ordine da parte della polizia locale. Viceversa, il carro funebre e la testa del corteo erano tutelate dai rischi del traffico, invece che dalle divise d’ordinanza d’obbligo, dall’assessore Fortunato Mazzei che ancora una volta si è dedicato volenterosamente alla copertura delle lacune di un servizio pubblico. Per buona sorte non è accaduto il peggio; che, tuttavia, non assolve le responsabilità del disservizio.