Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Torna la proposta-Comune unico (dell’Elba occidentale)

I gruppi di minoranza di Campo, Marciana Marina e Marciana presentano una mozione per la fusione dei tre Comuni: "Lo scenario economico attuale esige provvedimenti urgenti e i tre sindaci erano favorevoli a questa fusione"

Torna la proposta-Comune unico (dell'Elba occidentale)

Chi pensava che l’obiettivo del Comune unico sarebbe stato archiviato dopo la sonora vittoria dei no nello scorso aprile dovrà ricredersi. La battaglia infatti ricomincia. Non per la fusione di tutti i Comuni elbani ma, almeno, di quelli del versante occidentale. Sono i tre gruppi di minoranza a proporre l’obiettivo: E’ sempre più evidente – dicono i consiglieri di ‘Alleanza per Campo’, ‘Lista civica Insieme per Marciana Marina’ e ‘Marciana col sorriso’ – che lo scenario sociale ed economico attuale esige l’adozione urgente di provvedimenti e di progetti di governo adeguati a fronteggiare le attuali difficoltà ed a rilanciare strategie di sviluppo: senza tentennamenti, senza il ricorso ad occasionali azioni tampone, con la partecipazione di tutte le forze politiche e sociali, anche superando steccati partitici. Con il referendum dello scorso aprile la popolazione votante, a maggioranza, ha scelto di non dar vita, al momento, al Comune Unico dell’Isola d’Elba, ma ciò non cancella l’assoluta necessità di perseguire economie di scala e sinergie, in ogni campo sociale e di sviluppo, di investimenti e di strategie territoriali, di uniformità e semplificazione della burocrazia e dei regolamenti. Il contributo fornito, in questa direzione, dalle gestioni associate, si è dimostrato e si dimostra insufficiente allorché si debbano affrontare strategie di governo del territorio, di rilancio economico e di potere contrattuale nei tavoli politici”.

“Per tali motivi”, le liste di Marciana Marina, Marciana e Campo nell’Elba, hanno ritenuto “necessario e responsabile presentare concordemente nei Comuni in cui svolgono il proprio mandato, altrettante mozioni urgenti per l’istituzione del Comune Unico dell’Elba Occidentale, mozioni naturalmente di pari contenuto, invitando le rispettive Amministrazioni in carica ad attivare in tempi brevi sia consultazioni mirate, sia la costituzione immediata di una Commissione straordinaria intercomunale per la disamina delle problematiche e delle soluzioni, sia, infine, l’avvio di tutti gli iter burocratici connessi”. Le liste civiche firmatarie, ascrivibili all’area del centrosinistra, auspicano “un esito positivo della loro proposta, confidando, per ciò, nel senso di responsabilità di tutti e nella conferma delle posizioni pubbliche già assunte dai sindaci dei tre Comuni interessati, fautori del No alla costituzione del Comune Unico dell’Elba, ma favorevoli alla fusione dei Comuni di Campo nell’Elba, Marciana e Marciana Marina”. Le Liste firmatarie ritengono, infine, che l’istituzione del Comune unico dell’Elba occidentale possa costituire “un polo importante in grado contribuire anche ad un migliore equilibrio politico e socio-economico elbano”.