LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Un’ora e un quarto e costi alti: sicuri che sia il soccorso giusto?

di Riccardo Nurra (consigliere comunale)

Un'ora e un quarto e costi alti: sicuri che sia il soccorso giusto?

Oggi (ieri, ndr) per la seconda volta, come succede quasi tutti i giorni, è arrivato l’elicottero sul tetto dell’ospedale. Nel secondo “viaggio”l’elicottero è arrivato alle 22,55 ed è ripartito dopo 27 minuti di stop sulla piattaforma. Non credo ci siano sati ritardi. Penso che questi tempi siano nelle normali procedure.

Spero davvero che non sia stato un problema grave di qualcuno in pericolo di vita, perché se facciamo due conti, dopo la chiamata, prima che arrivi ci vorranno almeno 20 minuti, poi abbiamo avuto una pausa di 27’ e ancora occorrerà un’altra mezz’ora prima che il paziente sia nel posto giusto per essere curato in modo appropriato. Fatta la somma arriviamo a un’ora e un quarto dal momento della chiamata e non ci pare davvero che questo sia il massimo della tempestività. E poi ci sono questi legittimi costi altissimi per ogni “viaggio”. Siamo sicuri che questo sia il modo giusto per razionalizzare la Sanità? La smobilitazione in atto non mi pare proprio sia da applicare in un’isola e particolarmente affollata d’estate. Ma da quest’orecchio non ci sentano e proseguono completamente insensibili alle nostre ragionevoli richieste e anche alle dimissioni soft del nostro sindaco. Tutte le richieste e le proteste e le esigenze spiegate e le manifestazioni e le firme al momento non sono servite a niente. Per ora sono state solo parole al vento. Non rinunciamo supinamente a ciò che ci spetta.