LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Campane da sistemare a Carpani: “Suono confuso per un po’”

Ceppi, supporti e battenti usurati, quando l'impianto elettrico parte il risultato è un suono confuso. Per metterle a posto servono circa 20mila euro. Don Gianni: "Per due mesi faremo così"

Campane da sistemare a Carpani: "Suono confuso per un po'"

“Da ora in poi non sentirete più le campane suonare a distesa ma con una certa confusione”. E’ stata la comunicazione alla messa solenne, quella domenicale delle 11 di Don Gianni Mariani, parroco di San Giuseppe la parrocchia in località Sghinghetta a Portoferraio. Le quattro campane del campanile, infatti non hanno superato il collaudo annuale e sono state fermate. Le motivazioni sono plurime: i ceppi sono usurati, i supporti non sono più idonei, così come i battenti e i perni sul castello che regge l’impianto. A questo punto quindi, quando elettricamente partono i rintocchi, “i cursori battono contro le campane ferme e – ha specificato Don Gianni Mariani – battono in modo veloce creando questo suono confuso”. Per riparare la terza e la quarta campana servono 8.800 euro, poco meno per la prima e la seconda, per una spesa complessiva, Iva inclusa che si aggira sui 20mila euro. “Per questi due mesi vedremo di fare come meglio possiamo – ha terminato il parroco – a settembre troveremo il modo per sistemare le campane”. Per ora i rintocchi sono previsti la domenica alle 10.30 alle 10.45 alle 11 per la messa solenne, e alle 18,30, alle 18.45 e alle 19 per la funzione serale, che viene celebrata anche durante i giorni feriali.