LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

All’Europarlamento: “L’Elba deve diventare zona franca”

Discussione a Strasburgo sulla crescita sostenibile del settore marino. L'eurodeputato Claudio Morganti (Eld): "Doveroso il sostegno ad aree insulari svantaggiate, in Toscana potrebbero aiutare l'Isola a risollevarsi"

All'Europarlamento: "L'Elba deve diventare zona franca"

L’Europarlamento di Strasburgo ha votato la relazione sulla Crescita blu, che mira a rilanciare la crescita sostenibile del settore marino, nonché del trasporto marittimo e turistico della Ue. «Trovo doveroso – ha commentato l’eurodeputato indipendente ex leghista e oggi aderente all’Eld, Claudio Morganti – il riferimento ai balneari e a eventuali misure di sostegno di aree insulari svantaggiate, come l’istituzione di zone franche che, pensando alla mia Regione, la Toscana, potrebbero aiutare ad esempio l’Isola d’Elba a risollevarsi dalla forte recessione subita negli ultimi anni».

Morganti sostiene da tempo l battaglia dei balneari. E oggi – dice – difende il patrimonio culturale che deriva da questo settore, il quale «contribuisce alla prosperità, allo sviluppo e alla sicurezza di interi tratti di costa e rappresenta un’eccellenza nazionale che ci caratterizza per competenza ed ospitalità.

Chi come me segue da tempo la questione legata alla Direttiva Bolkestein – ha detto in Aula l’europarlamentare Eld – sa benissimo che migliaia di famiglie di piccoli imprenditori rischiano di essere spazzate via dalle multinazionali del turismo, e questo – ha concluso – è un pericolo che non possiamo assolutamente permetterci viste le grandi potenzialità delle oltre 30.000 aziende balneari presenti nel nostro Paese».