Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Una città migliore di 10 anni fa? Peria guardi sopra la sua testa

di Adalberto Bertucci (Consigliere comunale Pdl Portoferraio)

Una città migliore di 10 anni fa? Peria guardi sopra la sua testa

Ricordo che quando ero assessore della Giunta Ageno, dal 1999 al 2004, il sindaco attuale sedeva nei banchi della minoranza, la quale non mancava mai di fare un opposizione molto incisiva e a volte anche troppo, a differenza nostra che ci siamo limitati ad intervenire esclusivamente con interpellanze, mozioni e qualche articolo di stampa ma senza mai andare sopra le righe. Ultimamente sulla stampa il sottoscritto dopo vari interventi sul degrado di Portoferraio (e questo caro Peria è innegabile) è stato persino elogiato per il proprio ruolo dall’assessore Rizzoli a nome del sindaco. Ma quando si legge titoli come “Degrado, lasciamo un paese migliore di 10 anni fa”, la cosa mi fa ridere , anzi, come diceva lui quando sedeva all’opposizione, mi lascia “allibito, esterrefatto e anche un po’ sconcertato”.

Vorrei quindi rispondere punto per punto su quello che asserisce il sindaco Peria nella sua difesa con una lunga requisitoria, e lo farò dando a Cesare quello che è di Cesare. Come prima risposta vorrei ribadire al sig. sindaco che il verde pubblico durante il nostro mandato era organizzato in modo da non vedere il Paese come lo vediamo oggi: le manutenzioni erano state appaltate a ditte portoferraiesi, si dava lavoro a concittadini che svolgevano un ottimo servizio. Per verificare e rinfrescarsi la memoria, il sindaco consulti gli archivi della stampa locale di quel periodo e verifichi se ci sono stati mai così tanti reclami sul taglio dell’erba.

Il “Benvenuto agli ospiti”? Sì, qualcosa di cambiato c’è dal 2004: ci sono le panchine senza le stecche, come pubblicato dal sottoscritto qualche settimana fa e sono sempre così, ma andiamo avanti. La manutenzione dell’illuminazione pubblica veniva gestita dalla stessa ditta che la gestisce oggi, ma a differenza di oggi anziché attendere le segnalazioni dei cittadini c’era qualcuno della giunta che d’accordo con alcuni operai verificava giornalmente la situazione e forse venivano accelerati i tempi d’intervento.
Ma come fa il Sindaco a dire che le strade erano piene di buche quando ad oggi le segnalazioni che arrivano in Comune sono aumentate del 35% sullo stato delle strade? Sindaco vai a fare un giro a Lacona passando da Casa del Duca, oppure a San Martino, o meglio ti basterebbe guardare la strada e non volare alto quando rientri a casa: ci sono buche e strappi da tutte le parti, e avresti risolto il problema degli asfalti con le manutenzioni?
Dici che Portoferraio non aveva un depuratore, ma perchè ora ce l’ha? Infatti scrivi “Abbiamo un progetto con Asa per larga parte realizzato ecc. ecc.” ma il depuratore non c’è ancora e chissà se riuscirai a tagliare il nastro prima della fine del tuo mandato. Il Centro storico, poi: dici che nel 2004 crollava, e invece ora? Ci sono piuttosto, caro Sindaco, più vetrine e negozi chiusi di quanti ce ne erano in tutta l’Elba nel 2004, e questo certo non solo per colpa della crisi ma anche grazie ai tuoi 9 anni e mezzo di Amministrazione che ha fatto scappare la gente dal cuore della città.

Vado in ordine: per Forte Falcone, onestamente, devo darti atto del buon lavoro fatto. La Porta a Terra invece era un intervento da fare ed è iniziato solo quest’anno perché era veramente diventato un problema di sicurezza, ma tu l’hai trovato esattamente come l’abbiamo trovato noi nel 1999. In Piazza Gramsci, caro sindaco, hai ritardato di qualche anno l’intervento come sanno tutti per un problema tecnico (marmo elbano o marmo sardo, costi inferiori o superiori) e non certo per il volere di chi amministrava dal 1999 al 2004. E comunque, se il risultato finale è quello che tutti vedono, visto che sembra un lavoro non completato intorno alla fontana, non mi sembrava il caso di esultare tanto.

Il viale delle Ghiaie? Ma invece di tirare di lungo quando vai in Comune, fatti un giro e guarda come è ridotto adesso: l’unico intervento fatto è il viale di raggiungimento dei giardini, e poi? Giochi rotti, la ringhiera di delimitazione dei giardini che non ha mai conosciuto un minimo di manutenzione… eppure quando si scrive bisognerebbe almeno aver visto di cosa si parla. Voglio comunque andare avanti ad analizzare la tua lunga lettera in difesa dei tuoi 9 anni e mezzo di governo della città. L’enoteca te la sei trovata pronta, c’era solo da attrezzarla e tagliare il nastro. Altro punto a tuo favore, la raccolta differenziata, anche se è partita a gennaio 2004, e quindi non poteva avere un risultato immediato prima delle elezioni che erano a giugno. Comunque, sindaco, voglio aggiungere sulla tua chiusura un commento ironico visto che se andiamo a guardare Portoferraio oggi c’è solo da piangere. Il Film che hai descritto nel tuo articolo, mandalo alla mostra di Venezia: è un film tragicomico, da premio Oscar. Prima di salutarti, però, un consiglio. Quando esci dal Comune la sera guardati intorno e alza la testa: potresti riuscire ad evitare i calcinacci del balcone di Palazzo della Biscotteria o le stecche di qualche persiana cadente. Complimenti per la manutenzione.