LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Caso risolto, Galenzana ringrazia: ecco la spiaggia senza rifiuti

La foto testimonia che con la rimozione dei sacchi di spazzatura (da parte dell'assessore comunale) il luogo (amatissimo dai campesi) è tornato un paradiso. Ma il problema resta: sulla spiaggia nemmeno un bidone per l'immondizia

Caso risolto, Galenzana ringrazia: ecco la spiaggia senza rifiuti

Così come fatto per denunciare il problema, siamo puntuali nel documentare che lo stesso è stato risolto: ecco la foto che attesta l’effettiva rimozione dei rifiuti dalla spiaggia di Galenzana, uno dei paradisi incontaminati dell’isola d’Elba, a pochi minuti di cammino dall’abitato di Marina di Campo.

La pubblicazione di un’altra foto da parte nostra, avvenuta domenica scorsa, suscitò – come i nostri lettori ricorderanno – un putiferio: l’assessore campese Andrea Giusti si arrabbiò con Parco e Esa a suo dire responsabili di non avere rimosso i sacchi di immondizia che erano il risultato della iniziativa Mare Pulito, un intervento dei ragazzi delle scuole campesi nel corso di una iniziativa di volontariato, avvenuto oltre due mesi prima. Oltre ad arrabbiarsi, va dato atto che l’assessore si era anche rimboccato le maniche, andando il giorno dopo di persona a rimuovere i sacchi dalla spiaggia; nel frattempo, il Parco, con una nota dello stesso presidente Sammuri, si era tirato fuori dalla polemica, dicendo in parole povere che fra i suoi compiti istituzionali non c’era quello di rimuovere i rifiuti dalle spiagge.

Al di là di meriti, demeriti, competenze e scaricabarili vari, che i nostri lettori sapranno sicuramente giudicare da soli, resta il fatto che ora Galenzana è finalmente pulita. Perchè lo rimanga, però, serve qualcos’altro, oltre alla buona volontà degli assessori  e al senso civico dei suoi frequentatori. Sulla spiaggia , infatti, non è presente neanche un bidone della spazzatura, che permetta ai suoi frequentatori di gettare ordinatamente da qualche parte magari non i rifiuti organici (che sarebbe bene riportarsi dietro fino in paese)  ma almeno quelli inerti come le bottiglie di vetro, i contenitori di plastica e gli imballaggi di carta. Visto il risalto (e il buon fine) che ha avuto la nostra denuncia, speriamo che  venga recepito anche questo ulteriore messaggio, per il bene di Galenzana e dei suoi ospiti, e soprattutto per il buon nome della nostra isola.