LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Isola d’Elba, museo diffuso d’arte a cielo aperto

Un museo, incontro con altri artisti, opere in tutti i Comuni dell'isola. Il progetto di Italo Bolano diventa un libro

Isola d'Elba, museo diffuso d'arte a cielo aperto

Italo Bolano nel 1964 nella Valle di San Martino ha dato vita al suo Centro Internazionale d’Arte. In un’intervista sulla Nazione nel 1967 l’artista elbano annunciava la sua intenzione di costruire un “piccola Spoleto all’Elba”, un luogo dove artisti e pubblico potessero incontrarsi, scambiare le loro idee e quindi fare cultura. Da allora Bolano ha sempre ospitato nel suo Centro artisti e pubblico che hanno qui trovato un punto di riferimento e un crocevia dell’Arte e della cultura all’Elba. In quasi 50 anni Bolano ha posto 25 opere in ceramica, acciaio e vetro dallas, che oggi costituiscono l’Open Air Museum, inserito tra i Sentieri dell’Arte della Regione Toscana e unico nella provincia di Livorno.

Con immensi sacrifici economici e vendendo le sue proprietà Bolano ha raggiunto i suoi obiettivi nell’Arte all’Elba e ha offerto cultura, in particolare con 350 manifestazioni, conferenze, concerti, spettacoli teatrali; qui è sorta una scuola di ceramica aperta a tutti che oggi si rivolge in particolare alla diffusione della ceramica giapponese Raku; da qui Bolano ha dato vita a un progetto che nacque negli anni ’70 con il titolo “Elba Isola del Mondo”, che oggi è compiuto, divenendo “Museo Diffuso di Arte Contemporanea dell’Isola d’Elba”. Infatti l’artista elbano ha ormai posto i suoi monumenti pubblici in tutti gli 8 Comuni dell’Isola in un itinerario di natura, arte e storia in quanto nelle sue opere Bolano ha esaltato i maggiori personaggi della nostra terra. È il primo esempio in Italia di un Artista che ha decorato con l’arte un’Isola.

Esiste un caso simile nelle Canarie, a Lanzarote, dove Caesar Manrique, grazie all’appoggio del Governatore, ha trasformato con i suoi monumenti, una piccola isola vulcanica e di estrazione contadina, in luogo molto richiesto dal turismo internazionale. Questo Museo diffuso sarà un “Museo in progress”, perché¨ Bolano ha già invitato altri artisti per integrarlo e lo consegna idealmente ai Sindaci della sua Isola perché lo conservino e lo utilizzino come punto di forza tra le eccellenze del territorio. Questo lavoro è ora descritto e illustrato in un importante volume edito da Mondadori dal titolo “Isola d’Elba un Museo Diffuso d’Arte Contemporanea all’aria aperta“ opere ambientali di Italo Bolano.

L’opera, che racconta e illustra con belle immagini a colori il Museo diffuso dell’Isola è già stata ampiamente pubblicizzata dalla Mondadori sulla stampa nazionale e il Museo stesso è stato presentato dalla Regione Toscana in vari convegni. Il volume è disponibile nelle librerie di tutta l’Isola.