Quantcast
Uomini in borghese: sequestrati lettini e ombrelloni - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Uomini in borghese: sequestrati lettini e ombrelloni

Controlli in incognito della Capitaneria di porto contro gli abusi sul Demanio marittimo. Attrezzatura inutilizzata veniva utilizzata per delimitare un'area esclusiva di 30 metri. Denunciato il responsabile. I controlli proseguono

Uomini in borghese: sequestrati lettini e ombrelloni

Con l’inizio della stagione estiva si intensificano i controlli, in mare e a terra da parte della Guardia Costiera, per porre limite a comportamenti illeciti che vanno a scapito di residenti e turisti che giungono sull’isola per godersi una vacanza di mare in tranquillità e sicurezza.
Cosi nella mattinata di ieri sono stati effettuati controlli lungo il litorale elbano ed in particolare sulla piccola ma incantevole spiaggia di Fetovaia, lingua di sabbia incastonata tra le coste del versante meridionale, ove anche quest’anno sono stati segnalati fenomeni di occupazione abusiva della spiaggia che invece deve poter essere fruita da tutti.
Più volte infatti i bagnanti si sono sentiti dire che quella non è spiaggia libera, che ci si deve spostare per lasciar spazio ad ombrelloni e lettini, che di fatto limitano in maniera esclusiva tratti di arenile, mentre invece l’autorizzazione di cui sono in possesso i “punti azzurri/attività noleggio” prevede solo la possibilità di dare in locazione ombrelloni e lettini su richiesta dei bagnanti e non contempla altresì la “delimitazione” di zone intere di arenile a discapito di quanti vogliono liberamente usufruire del bene pubblico.
È capitato anche stamane ad alcuni uomini della Guardia Costiera che, a seguito delle numerose segnalazioni ricevute, si erano recati sul posto per una verifica fingendosi comunissimi bagnanti, gli stessi si sono trovati di fronte una fila di lettini ed ombrelloni, inutilizzati, ma sistemati in modo da delimitare un’area “esclusiva” di circa 30 mq.
Il risultato dell’attività di indagine, relativamente a questa pratica scorretta e contraria alle normative vigenti, è stato il sequestro di alcuni lettini ed ombrelloni nonché la denuncia del responsabile, che nell’occasione è risultato dipendente della società titolare dell’attività di noleggio, per il reato di occupazione abusiva di suolo demaniale ed impedimento dell’uso pubblico.
Non di rado la Capitaneria di Porto di Portoferraio riceve rimostranze di vario genere da parte di elbani e turisti che chiedono informazioni su concessioni demaniali marittime inesistenti. È molto importante, al fine di contrastare questa pratica scorretta, conoscere le differenze tra i “punti azzurri/blu – attività di noleggio” e le vere e proprie concessioni demaniali marittime: queste ultime sono facilmente riconoscibili da una delimitazione fisica dell’area in concessione e soprattutto dall’esposizione di idoneo titolo concessorio.
Controlli di questo genere proseguiranno naturalmente per tutta la stagione estiva, in sinergia con le altre Forze deputate primariamente alla vigilanza sul demanio marittimo; mentre proprio da questo week end entra in piena attuazione l’operazione “Mare Sicuro 2013” che, al pari di quanto avvenuto in passato, vedrà una quotidiana presenza in mare di pattuglie della Guardia Costiera a tutela dei bagnanti e per assicurare il rispetto delle regole previste per la nautica da diporto.
In questo senso è forte l’appello della Guardia Costiera affinchè siano rispettati i comportamenti da tenere in mare da parte di bagnanti, diportisti, subacquei, pescatori e di chiunque fruisca dello splendido litorale elbano affinchè tutto possa svolgersi in piena sicurezza e a vantaggio di tutti.