Quantcast
Chiesto nuovo permesso per l'auto: possibile dover aspettare 55 giorni? - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Chiesto nuovo permesso per l’auto: possibile dover aspettare 55 giorni?

di Sergio Bicecci

Chiesto nuovo permesso per l'auto: possibile dover aspettare 55 giorni?

Illustre sig. Sindaco,
mi creda, ho riflettuto, prima di scriverLe queste righe, poi mi sono deciso perché penso che Lei, in primo luogo, debba essere informato delle “cose strane” che accadono nella nostra Portoferraio. Vorrei anche soddisfare la mia curiosità rispetto a domande che non trovano risposte soddisfacenti . Ma veniamo al caso: come può capitare a chiunque, dovendo modificare la targa sul permesso di sosta dell’auto, il 2 maggio scorso mi sono recato al Comando Vigili Urbani per la relativa richiesta, fornendo i dati necessari. Sono stato avvisato che la competenza è stata trasferita alla Organizzazione dei Vigili Ausiliari e che questi sarebbero stati interessati immediatamente. Mi viene consegnato anche uno stampato sul quale figurano oltre ad un indirizzo di posta elettronica della Abaco spa anche un recapito mobile in loco (340 8621496). Trascorsi alcuni giorni ho telefonato ripetutamente senza mai avere risposta. Ho anche fatto, in tempi diversi, 3 solleciti personalmente alle Signore addette alla vigilanza, fornendo ogni volta generalità e recapito telefonico, il tutto senza esito alcuno. Ultima chance, sono ritornato dai nostri Vigli Urbani e qui, con sorpresa, vengo a sapere che la Abaco S.p.A. è una società che non ha sede all’Elba che opera su tutta Italia e che il mio permesso di sosta deve arrivare da Montebelluna di Treviso Via Risorgimento 91. Provi ad immaginare la mia sorpresa, sig. Sindaco quando ho pensato che a Portoferraio non soltanto i Vigli Urbani non potessero più assolvere tale compito, consistente nel rilascio di un tagliando con numero di targa, ma che nessun altra Cooperativa o Società locale fosse in grado di assumere tale onere. Oggi 27 giugno, trascorsi 55 giorni, sono ancora in attesa del permesso richiesto. Ma guardi, sig. Sindaco, mi ritengo fortunato perché so a chi rivolgermi e lo sto facendo, pensi invece se accadesse a Lei, sicuramente si arrabbierebbe. Io non l’ho fatto, sa perche? . Perché penso alla salute e che tutto si risolverà con il tempo e con tanta pazienza e perché se è vero che tanti importanti servizi come APT, Sanità, Rifiuti Urbani, Tribunale, Acqua, sono e saranno fuori dall’Elba, non è davvero il caso di fossilizzarsi su un permesso di sosta. Da buon cittadino La ringrazio e tanto Le dovevo unitamente a distinti saluti.