LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Carcassa di cetaceo sulla spiaggia: ritardo nella rimozione”

La lettera: "Molti giorni che si trova a Lamaia, le persone sono costrette a turarsi il naso per poter passare"

"Carcassa di cetaceo sulla spiaggia: ritardo nella rimozione"

Sono ormai molti giorni che il delfino trovato privo di vita sulla spiaggia di “Lamaia” è divenuto un relitto biologico in putrefazione e puzzolente come non mai. La rimozione tarda ad arrivare. Speriamo che i responsabili siano in questo momento “connessi”. Il sentiero che si trova vicino alla carcassa è percorso da centinaia di persone, le quali ogni giorno sono costrette a otturasi il naso per poter passare. Da più di un anno frequentemente si rileva questo tipo di  situazione. ossia che i delfini a causa di batteri si infettano e si ammalano fino a morirne, per poi essere trasportati dalle correnti su di una spiaggia, dove rimangono. Oltretutto la spiaggia di Lamaia era ed è ridotta in pessime condizioni da accumuli di sporcizia, nonostante il lavoro di volenterosi che si applicano per la raccolta.

Giancarlo Amore