LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Anselmi, Peria e Nardi: corsa ai vertici di Port authority

Tre nomi per due incarichi anche se ormai i giochi sembrano fatti con il sindaco di Piombino presidente e quello di Portoferraio segreterio generale. L'ipotesi di un periodo commissariale fino alle elezioni comunali del 2014. Cerca la "rimonta" l’attuale presidente della Camera di commercio

Anselmi, Peria e Nardi: corsa ai vertici di Port authority

Sono in scadenza di mandato i vertici dell’Autorità Portuale di Piombino e dell’Elba e si fanno sempre più serrate le trattative per designare il nuovo presidente. Il più accreditato successore di Luciano Guerrieri sembra Gianni Anselmi attuale sindaco di Piombino che deve comunque vedersela con il sindaco di Portoferraio, Roberto Peria, e con l’attuale presidente della camera di commercio di Livorno Roberto Nardi. Sembra questa la terna uscita dalle negoziazioni di ultime settimane per individuare i vertici dell’organismo che sovrintende ai porti di Piombino, Portoferraio, Rio Marina e Cavo. Nei giorni scorsi due organi di informazione, la Gazzetta Marittima e il Corriere Etrusco hanno lanciato l’ipotesi, fino ad ora non smentita, che vedrebbe alla presidenza proprio a Gianni Anselmi. Il 9 giugno scorso si è ufficialmente concluso il secondo e ultimo mandato di Luciano Guerrieri, nominato per la prima volta al vertice nel 2005, poi riconfermato per un secondo mandato nel 2009. La nuova terna di nomi tra cui scegliere il presidente doveva essere decisa dalla Provincia di Livorno, dalla Camera di Commercio e dal Comune di Piombino. Non essendo ancora stata ufficialmente indicata, sono scattati i 45 giorni di proroga dell’attuale dirigenza dell’APPE, che andrebbe a scadere il prossimo 24 luglio. Si vociferava da tempo che anche il sindaco di Portoferraio sarebbe stato uno dei papabili a un incarico all’autorità Portuale, oggi però sembra debba cedere il passo al collega piombinese per quel che riguarda il più ambìto. Ora gli accordi sembrano fatti, anche se i due sindaci di Piombino e Portoferraio vedono scadere il loro mandato solo nella primavera 2014. La soluzione, potrebbe essere quella di nominare Anselmi commissario dell’Autorità portuale nei sei mesi seguenti alla scadenza di mandato dell’attuale vertice dell’ente. Sempre Anselmi sarebbe anche il commissario delegato dal presidente della regione Enrico Rossi per l’emergenza Piombino, e infine è ovviamente sindaco di Piombino. Pole position dunque per Gianni Anselmi, presidente, come pole position sembra per Roberto Peria alla segretaria generale, ruolo che per i due precedenti mandati è stata ricoperto da Paola Mancuso vicesindaco e poi sindaco di Rio Marina. E Nardi? L’attuale presidente della camera di commercio di Livorno, tenta una disperata rimonta, non ha nessuna intenzione di restare al palo e già lunedì sarà a Portoferraio per una conferenza stampa sul caro traghetti. Un tema ormai passato, dal quale Nardi vorrebbe ripartire.