LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Nona edizione del premio “La Tore”: vincitore Marco Malvaldi

Scrittore, è l'autore della trilogia del Barlume. Di sé dice: "Chimico e appassionato di narrativa". E' ricercatore all'università di Pisa. La cerimonia di consegna sabato 27 luglio in piazza Della Chiesa a Marciana Marina

Nona edizione del premio "La Tore”: vincitore Marco Malvaldi

La nona edizione del Premio La Tore, già assegnato a Giorgio Faletti, Federico Moccia, Andrea Camilleri, Gian Antonio Stella, Andrea Vitali, Fabio Volo, Franco Di Mare e lo scorso anno ad Aldo Cazzullo, quest’anno trova in Marco Malvaldi il perfetto esempio “di ingegno ed eccellenza” che devono ritrovarsi nel vincitore. Il riconoscimento gli verrà conferito sabato 27 luglio in Piazza della Chiesa a Marciana Marina, a partire dalle 21.45. Marco Malvaldi chimico, come lui dice di sé, appassionato alla narrativa è ricercatore presso l’Università di Pisa e scrittore di successo con la trilogia del BarLume cui si è aggiunto il quarto capitolo lo scorso anno e rappresenta il perfetto esempio di poliedricità, caratteristica primaria di ogni vincitore dell’ambito riconoscimento marinese. Il Premio vede, oltre alla Libreria Rigola di Franco Semeraro quale iniziatrice e principale artefice, anche l’Hotel Gabbiano Azzurro ed il Ducati Club dell’ Isola d’Elba quali Promotori dell’evento. Il Comitato Scientifico e d’onore è di alto livello. In esso troviamo l’AD di Ducati Motor spa dott. Claudio Domenicali e quello di Alitalia dott. Gabriele del Torchio, ma anche figure di spicco della cultura a livello nazionale come i professori Noemi ed Emerico Giachery, la scrittrice Alessandra Fagioli e l’archeologo Michelangelo Zecchini, oltre al Presidente della Banca dell’Elba dott. Luca Bartolini e il dott. Aldo Cazzullo. Marco Malvaldi ricercatore universitario di professione, come già detto, ha esordito nel 2007 con una serie di gialli d’autore legati alle vicende di un gruppo di personaggi frequentanti appunto il Bar Lume ai quali capitano vicende ispirate alla migliore tradizione giallista italiana ma con un respiro europeo, sebbene radicate nel territorio anche linguisticamente. Il vincitore poi è autore di altri saggi e di un romanzo con ambientazione storica che ha trovato grande fortuna anche qui due anni or sono al premio Brignetti. Altra chicca della serata potrebbe essere la proiezione in anteprima nazionale, su autorizzazione di SKY Italia, di alcuni brani del lungometraggio registrato proprio a Marciana Marina lo scorso autunno tratto dai racconti del Malvaldi. Una occasione per rivedere le immagini cinematografiche della Marina con numerose comparse marinesi e il cui protagonista è uno dei principali attori del cinema italiano Filippo Timi. La serata sarà condotta dal giornalista televisivo RAI e scrittore Franco Di Mare e dal giornalista finanziario di CNBC Francesco Guidara, membri anch’essi del comitato scientifico insieme con la scrittrice Alessandra Fagioli. La libreria Rigola nella persona del titolare Franco Semeraro consegnerà la prestigiosa Targa della libreria mentre l’opera che costituisce il Premio 2013 sarà della pittrice milanese ma elbana di adozione Maria Cristina Sammarco. Il pittore bresciano Giampaolo Belotti Benedetti membro del comitato scientifico curerà invece la grafica dell’omaggio del Dott. Marcello Bruschetti, autorevole membro del comitato d’Onore, che per lui quest’anno personalizzerà una bottiglia unica di Evo. Sempre presente il carattere partecipativo dell’Evento attraverso l’omaggio della Galleria d’Arte Gulliver, per conto degli operatori commerciali e turistici del paese, attraverso l’omaggio di una preziosa opera d’arte al Vincitore. L’Evento viene sponsorizzato dall’Acqua dell’Elba che ha acquistato l’Opera del Premio ed ha il Patrocinio del Comune di Marciana Marina.

Motivazione del Premio

“Per aver saputo coniugare secondo le caratteristiche proprie del nostro premio la sua professione di ricercatore scientifico presso l’Università di Pisa con un indubbio talento letterario che lo ha portato con la Trilogia del Barlume ad ottenere un vasto successo di pubblico e apprezzamento da parte della critica. Per l’approfondimento di tematiche sociali filtrate attraverso i racconti intriganti e divertenti delle vicende dei suoi personaggi che rappresentano una visione speculare e paradigmatica degli stereotipi della nostra società culturale e politica. Per aver affrontato anche altri soggetti a sfondo storico, trovando anche con essi il riconoscimento di importanti premi. Perchè dai suoi gialli sono state tratte importanti produzioni televisive, tra cui alcune girate proprio nella nostra cittadina, a riprova del valore socio-culturale della sua produzione letteraria. Infine per la sua complessiva figura di uomo di cultura attento e sensibile a tutti gli stimoli che la società contemporanea gli offre e di cui ha mirabilmente farcito i suoi scritti”.