Quantcast
Piattaforma elisoccorso sul tetto: slitta ancora il collaudo - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Piattaforma elisoccorso sul tetto: slitta ancora il collaudo

Tagli anche all’Enac, tempi lunghi per le prove tecniche sulla piazzola realizzata all'ospedale. Intanto a fine mese dovrebbe essere operativo per l’Elba il Pegaso di Massa, un'alternativa a Grosseto

Piattaforma elisoccorso sul tetto: slitta ancora il collaudo

Si annunciano “biblici” i tempi entro i quali l’Enac, Ente nazionale Aviazione civile, dovrebbe concedere tutte le autorizzazioni necessarie per l’atterraggio dell’elisoccorso sulla nuovissima piazzola costruita sopra l’ospedale di Portoferraio. L’Azienda aveva ipotizzato che entro gennaio la piattaforma sarebbe dovuta essere operativa, ma così non sarà. Infatti, pare che neanche l’Enac si sia potuta sottrarre ai tagli imposti dalla crisi che di fatto avrebbe ridotto l’organico: delle tre commissioni itineranti ne è rimasta solo una. Dunque, a questo punto, è impossibile fare delle previsioni. Ma una certezza arriva su un altro fronte. Già entro fine mese dovrebbe infatti essere operativo anche il secondo elicottero proveniente da Massa e Carrara. Un mezzo, tra l’altro, molto più grande. Questo vuol dire che se per qualche motivo non dovesse arrivare sull’isola quello abituale proveniente da Grosseto, ci sarebbe la seconda opzione. Le prove tecniche sono già state effettuate e sembrano essere andate bene. Come dire che – tranne in caso di avverse condizioni meteo – la quasi totalità di richieste di soccorso dovrebbero essere coperte.