Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Caso droga in carcere, patteggiamento per 9 imputati

Due agenti e sette fornitori di droga hanno concordato la pena con il pm di Livorno. Si chiude un altro capitolo della vicenda iniziata a Porto Azzurro nel 2009

Caso droga in carcere, patteggiamento per 9 imputati

Proprio in questi giorni di fine anno, con le festività natalizie già consumate, si è chiuso un altro capitolo del procedimento penale per spaccio di droga che, secondo l’accusa basata sulle indagini svolte dalla Guardia di Finanza nel 2009, arrivò fino dentro il carcere di Porto Azzurro. Le prime sentenze erano arrivate lo scorso 1 dicembre, a seguito del rito abbreviato, con sette imputati condannati (fra cui tre agenti di Polizia Penitenziaria e uno della Guardia di Finanza) e 5 rinvii a giudizio, fra cui quello dell’ex direttore del carcere di Porto Azzurro e attualmente alla guida della casa di reclusione di Massa Marittima, Carlo Mazzerbo. Sono nove, stavolta, gli imputati che hanno chiesto e ottenuto il patteggiamento, dopo l’accordo con il Pubblico Ministero del Tribunale di Livorno. Tra questi figurano due agenti di polizia penitenziaria, mentre gli altri sarebbero stati, secondo l’accusa, i fornitori della droga. I poliziotti Michele Fois e Andrea Rabagliati hanno patteggiato rispettivamente una pena di un anno e 2 mesi e 2 mila euro di multa e un anno e 6 mesi e 4 mila euro di multa con pene sospese per la condizionale. Il giudice per l’udienza preliminare Beatrice Dani ha accolto anche le richieste di patteggiamento per David Castells (2 anni e 3 mila euro di multa), per Jessica D’Ospina e Massimiliano Di Maio (un anno e 8 mesi e 5 mila euro di multa ciascuno), per Roberta Anoffo (9 mesi di reclusione e 3 mila euro di multa), per Roberto Alibrando (2 anni e 4 mila euro di multa), per Federico Bertolone (un anno e 3 mesi e 2400 euro di multa) e per Simone Mellini (un anno e 4 mesi e 3 mila euro di multa).