Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Musica e solidarietà, il concerto voluto dall’Mvd con le bande

A Marina di Campo la filarmonica Pietri ospita quella di Pietrapaola. Gorgoglione: "Il nostro contributo per la ricostruzione"

Musica e solidarietà, il concerto voluto dall'Mvd con le bande

“Una serata per guardare avanti, una serata per ricominciare”. E’ questo il senso dell’appuntamento musicale promosso dall’azienda elbana Mvd che si è tenuto all’interno della Chiesa parrocchiale San Gaetano di Marina di Campo giovedì sera. A esibirsi le bande musicali di Pietrapaola e Giudeppe Pietri di Portoferraio, insieme per il concerto dedicato alla popolazione campese colpita dall’alluvione del 7 novembre. La serata è stato un vero successo. La Chiesa gremita, la partecipazione delle istituzioni locali e della gente hanno dato calore ad un paese che sente il bisogno di andare avanti e rialzarsi dopo quanto è avvenuto poco più di un mese fa. Soddisfatto Vincenzo Gorgoglione, che ha fortemente voluta questa manifestazione “Sono contento che sia andata bene – ha detto il patron dell’Mvd – Che la gente abbia potuto dedicarsi un momento di riflessione sì, ma anche di svago. Marina di Campo ha bisogno di tutto questo e noi che siamo imprenditori abbiamo il dovere di fare la nostra parte. Con questa serata – ha proseguito Gorgoglione – Abbiamo voluto dare un segnale di ricostruzione. Anche noi abbiamo subito ingenti danni alla nostra attività, ma siamo persone di buona volontà, e abbiamo voluto dare il nostro contributo, con l’aiuto degli artisti che ci hanno offerto la loro presenza, al nostro paese. Gorgoglione da poco eletto alla presidenza della neonata Proloco precisa. “Questa manifestazione è stata voluta ed ideata dall’Mvd, non dalla Proloco della quale faccio parte. Ma sicuramente costituisce un esempio dello spirito che anima anche questa associazione, nata con una grande voglia di fare e di impegnarsi seriamente per dare un contributo forte alla crescita e allo sviluppo del territorio campese”.