Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’accelerazione del decreto Monti, necessaria una regia fra enti locali

di Paola Mancuso (sindaco di Rio Marina)

L'accelerazione del decreto Monti, necessaria una regia fra enti locali

L’ultimo decreto Monti conferma la strada dell’accelerazione dei percorsi di gestione associata delle funzioni e ci pone di fronte ad un quadro di prospettiva  che impone una revisione delle strategie e delle valutazioni  a livello comprensoriale, nella presa d’atto di un’acritica considerazione del dato della popolazione residente che penalizza comunque irrimediabilmente territori come il nostro di alta valenza turistica dove tale parametro risulta insignificante se non  fuorviante sia sotto il profilo della risorse che dei servizi e nella richiesta di una riconsiderazione di tali criteri a livello legislativo.

In tale contesto anche il dibattito sul Comune Unico deve attutire i toni e riscrivere i rapporti nella consapevolezza che la progressiva rinuncia all’autonomia della gestione delle funzioni è un processo irreversibile che rende obbligata la condivisione delle scelte amministrative, sia da parte di chi sin d’ora rinuncia al necessario coordinamento sia a chi ne nega l’esigenza.

Occorre dunque comprendere che una regia è necessaria: la vera scelta è quella tra il coordinamento o la cancellazione di enti locali che insieme alle funzioni perdono progressivamente anche gli strumenti e le energie. Due assessori e sei consiglieri la prospettiva dei futuri organi istituzionali che pone alla politica la sfida della selezione di una classe dirigente che sappia dare risposte concrete superando contrapposizioni politiche per le quali mancano spazi e motivazioni.

Serve un atto di responsabilità che preservi ancora un senso al lavoro degli amministratori e alla identificazione dei cittadini con chi li rappresenta: un processo di rinnovamento culturale al quale non possiamo sottrarci e senza il quale le distanze di quest’isola rischiano di diventarne la paralisi.