Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Passaggio al digitale terrestre. TeleElba ieri è già andata in onda

Già dalle prime ore dopo il fatidico switch-off la tv elbana è visibile. Per ora è in funzione solo il ripetitore di Forte Falcone, presto saranno attivi Monte Calamita e, presto, anche Monte Perone

Passaggio al digitale terrestre. TeleElba ieri è già andata in onda

Ci siamo. E’ cominciata dalle 10 di ieri mattina l’era del digitale terrestre anche all’Isola d’Elba, anche se il cartello esposto per ora è quello del ‘work in progress’, ovvero lavori in corso. Dopo lo spegnimento dei ripetitori analogici, il primo a riaccendersi in digitale è stato quello di Portoferraio, ubicato su Forte Falcone. Molti i canali dei network nazionali già operativi, mentre fra le – pochissime – tv locali visibili c’è già Tele Elba. E ieri siamo andati in onda, tanti ci hanno visto, e qualcuno ci ha segnalato di aver trovato prima la tv locale della Rai. 

Unico problema, per tutte le emittenti, la sintonizzazione: va fatta la ricerca automatica sul telecomando, e il segnale della tv elbana va automaticamente in sintonia casuale, tanto che due decoder nella stessa abitazione per il momento trovano Tele Elba su due canali diversi. L’inconveniente si autoeliminerà fra qualche giorno, con la messa a regime definitiva delle frequenze.

Il prossimo ripetitore a riaccendersi in digitale sarà quello di Monte Calamita, a Capoliveri: anche qui è questione di ore e con lo stesso sistema della sintonizzazione automatica Tele Elba riapparirà su tutti i televisori del versante orientale dell’isola. Più lunghe saranno le operazioni di accensione del ripetitore di Monte Perone, che solo fra qualche giorno ridarà il segnale digitale al versante dell’Elba Occidentale. “Siamo l’unica delle piccole tv toscane già operativa dalle prime ore dell’era del digitale terrestre – ha sottolineato questa mattina con soddisfazione Paolo Chillè, editore storico di Tele Elba – e ora finalmente possiamo dirlo: abbiamo regalato all’Isola d’Elba, con grandi sforzi economici ed umani da parte della nostra azienda, la tv del futuro. Un fatto che ci riempie di orgoglio e che premia la professionalità dei nostri media – ha aggiunto Chillè – di questo, siamo certi, il territorio terrà conto”.