Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Partiti i lavori sulle strade provinciali, tre le emergenze più gravi

La Provincia ha già avviato le opere di somma urgenza sulla viabilità danneggiata dal nubifragio e dal materiali pesanti trasportati dall'acqua. Fra Colle Palombaia, Cavoli e San Piero i problemi maggiori. Scalzate le fondazioni del ponte delle Caviere. Schezzini: "Impegnati uomini e risorse"

Partiti i lavori sulle strade provinciali, tre le emergenze più gravi

La Provincia ha già avviato gli interventi di somma urgenza sulle strade danneggiate dal nubifragio che ha colpito la zona di Campo e Marciana.Nel sopralluogo effettuato ieri dai tecnici dei settori viabilità e difesa del suolo dell’Ente, che ha interessato tutte le strade provinciali e le infrastrutture dell’area su cui ha insistito l’evento, è stata fatta una stima degli ingenti danni causati dall’esondazione dei corsi d’acqua presenti (fosso Gli Alzi, fosso della Pila, fosso Galea e fosso Bovalico) che, trasportando notevoli quantità di materiale in sospensione, ha determinato il notevole deterioramento delle opere idrauliche e delle infrastrutture viarie adiacenti, con presenza di frane e smottamenti. “Dai rilievi dei tecnici – ha detto l’assessore ai lavori pubblici e viabilità, Catalina Schezzini, presente al sopralluogo – sono emerse, in particolare, tre situazioni di forte difficoltà su cui è necessario intervenire subito per garantire la sicurezza della circolazione ed il collegamento di aree che altrimenti rimarrebbero isolate”.

La prima criticità riguarda la provinciale 25, dove, nel tratto tra Colle Palombaia sino al centro di Cavoli, si sono verificati numerosi smottamenti che hanno interessato anche il ponte sul fosso Bolle Caldaia. A tutela della sicurezza della viabilità, la Provincia ha emesso un’ordinanza per il blocco del traffico ai mezzi superiori a 35 q. L’intervento già avviato riguarda, quindi, il ripristino del ponte e dello stesso corpo stradale.

Sempre sulla strada 25, in località Alzi, nei pressi di Colle Palombaia, inizieranno a breve gli interventi preliminari per i lavori di ripristino della difesa spondale e del tratto stradale, un centinaio di metri circa, adiacente il fosso degi Alzi. In cattivo stato anche tutta la strada provinciale 29. Dal bivio di Colle Palombaia con la SP 25 sino all’abitato di San Piero, si sono verificati diversi smottamenti sia a monte che a valle, che hanno causato lo scalzamento alle fondazioni del ponte sul fosso Gli Alzi, in loacalità le Caviere, che però, a differenza di quanto riportato inizialmente, non è crollato. Il traffico è stato chiuso a tutti i veicoli e, come negli altri casi, si procederà alla sistemazione del ponte e della strada.

Gli uffici provinciali hanno già provveduto all’affidamento dei lavori per permettere alle ditte di entrare subito in azione. Un ulteriore sopralluogo è stato effettuato, sempre ieri, alla frana di Crocetta e dalle verifiche fatte non sono stati rilevati movimenti di instabilità. “L’Amministrazione provinciale – ha aggiunto l’assessore Schezzini – ha impiegato tutti i mezzi e il personale a disposizione per velocizzare le operazioni e consentire, così, una risposta immediata ai gravi problemi sorti, che richiederanno anche un ingente sforzo economico per l’Ente”.

Un’apposita Task Force è stata costituita con personale tecnico e amministrativo dell’Unita di servizio dei Lavori pubblici, allo scopo di affiancare i tecnici dell’unità operativa dell’Elba a far fronte all’emergenza, garantendo la velocità di esecuzione degli interventi e la gestione tecnico amministrativa delle procedure.