LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Cinquanta studenti a spalare. Mancano cibo e vestiario

Attività frenetica alla Pila, dove si servono pasti a volontari e alluvionati. Arrivano aiuti alimentari da tutta l'isola e da fuori. Segnalata la necessità di acqua, pane e alimenti per ciliaci. Richieste di capi di vestiario e pannolini

Cinquanta studenti a spalare. Mancano cibo e vestiario

L’attività è frenetica al centro di accoglienza della Pila. I volontari che assistono lo staff del ristorante da Gianni, che provvede ai pasti quotidiani per tutti i volontari impiegati nel soccorso a Marina di Campo, stanno ricevendo aiuti alimentari da tutta l’isola e anche da fuori. Segnalano la necessità di avere in particolare acqua, pane e alimenti per ciliaci (pane, pasta). Cominciano ad arrivare le prime richieste di capi di vestiario, pannolini per neonati e pannoloni per incontinenti: c’è gente che ha perso tutto e non sa a chi rivolgersi. Fra gli altri anche i ragazzi del movimento studentesco, che in parte sono fra i soccorsi a spalare fango, in parte stanno aiutando il coordinamento soccorsi. In tutto circa 50 i ragazzi impiegati.