Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Comune unico, sono 531 le firme in un mese di raccolta

Il coordinatore del comitato promotore parla dell'andamento della campagna con il quotidiano "Italia Oggi" e confessa: "Renzi ci dà una mano, fra le sue cento idee c'è la fusione dei piccoli. E confidiamo nei vip" come Faletti

Comune unico, sono 531 le firme in un mese di raccolta

“Ce la faranno i nostri eroi a raccogliere le 5mile firme?”, Se lo chiede anche Italia oggi, il quotidiano economico, giuridico e politico “Italia oggi” (l’anti “Sole 24 ore”) che ha intervistato il coordinatore del comitato per il Comune unico, Gabriele Orsini, in un articolo di Emilio Gioventù, pubblicato a pagina 10, che parla appunto della raccolta per presentare la proposta di legge regionale per un Comune unico dell’Elba.

“Dal primo ottobre, quando abbiamo cominciato la raccolta, siamo a 531 firme», annuncia Orsini, confermando gli argomenti a favore della riforma, e richiamandosi a “sponsor” importanti. “Diciamo che una grossa mano – spiega – ce la sta dando il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che tra i suoi cento punti programmatici prevede anche la fusione dei piccoli Comuni”. Di certo «non sono con noi i sindaci alla guida di giunte di centro-destra», ammette Orsini – ma «confidiamo sui vip che trascorrono l’estate sulla nostra isola», per esempio Giorgio Faletti.

L’articolo, con qualche perdonabile confusione fra i sindaci, ricorda fra i promotori Confcommercio, Confesercenti, Cna, Api, albergatori, Confindustria, Coldiretti, Cgil, Cisl e Uil. E fa il punto sull’Elba: amministrativamente l’isola è divisa tra 8 sindaci, con 44 assessori, un totale di 124 consiglieri, 5 segretari comunali. “Ovviamente – aggiunge –  in ciascun comune sono vigenti regolamenti, tariffe e modulistica tutte diverse una dall’altra”. E risparmi minimi annuali si stima la cifra di 400mila euro. E, per un periodo di dieci anni, oltre ai contributi regionali (300mila euro), anche contributi statali straordinari aggiuntivi.