Quantcast
Sta meglio Danesi, campione elbano di moto rally - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sta meglio Danesi, campione elbano di moto rally

Dopo 12 giorni di coma farmacologico "Stecca" è stato operato con successo a Cisanello, ora lo attende la lunga riabilitazione e il ritorno alla normalità

Sta meglio Danesi, campione elbano di moto rally

Sta bene e si sta risvegliando gradualmente dal coma farmacologico indotto dai medici Stefano Danesi, il motociclista elbano coinvolto in un grave incidente domenica 16 ottobre a Umbertide, in Umbria, durante una prova del Motorally Raid Alta Valle del Tevere, valevole come ottava e conclusiva prova del campionato Motorally Raid Tt Italiano. Stefano Danesi, conosciuto nell’ambito motociclistico con il soprannome di “Stecca”, era stato investito da un altro concorrente che aveva invertito per errore la direzione di marcia a 5 chilometri dalla conclusione della gara nella quale – se fosse semplicemente arrivato al traguardo – si sarebbe laureato campione italiano di specialità.

Stefano è stato operato giovedì scorso nell’ospedale di Pisa Cisanello: i chirurghi maxillo – facciali hanno ricomposto tutte le fratture al volto provocate dallo scontro frontale in un intervento durato ben otto ore. Un intervento perfettamente riuscito, tanto che Stefano respira autonomamente e risponde già alle sollecitazioni che gli arrivano dall’esterno: è stata esclusa qualsiasi altra complicazione nel resto del corpo, e anche il volto dello sfortunato motociclista è praticamente intatto, tanto che si fa fatica a percepire i segni del grave incidente. I familiari ci tengono a far sapere che Stefano Danesi può ricevere visite, e che è stato perfettamente assistito nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Cisanello, in questo campo uno dei migliori d’Europa. Ora ‘Stecca’ è atteso da una degenza che non dovrebbe essere neanche troppo prolungata, e che potrebbe portarlo ad un completo recupero della sua integrità fisica. Nel frattempo, i Carabinieri di Umbertide stanno ancora svolgendo le loro indagini per stabilire le responsabilità del grave incidente.