Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Gli ottantenni all’Elba interessano solo per elisoccorso o elezioni

di Giancarlo Albini

Gli ottantenni all'Elba interessano solo per elisoccorso o elezioni

Ho letto il giusto rammarico dei vicini ottantenni piombinesi per il rinnovo della patente e per la loro trasferta a Livorno per rinnovarla; l’articolo citava pure i coetanei dell’Isola d’Elba. All’Elba si rasenta l’incoscienza: sappiamo cosa è costato ad alcuni il doppio viaggio a Livorno, sia per le proprie tasche, che per le grosse difficoltà del mare; si segnala pure dove vengono ospitati, l’ambiente quindi non è certo adeguato. Questo è il paradosso: l’Elba ha le stesse strutture capaci per un controllo. Significativo l’altro caso: si spende milioni di euro per costruire una giusta piattaforma di atterraggio per tutelare la vita degli elbani, poi si costringe gli ottantenni a cavarsela da soli con mille difficoltà. Su questo caso la politica tace, sembra che sia solo “poltronara”, si gioca la uguale dignità, come la Costituzione lo scrive, ma per loro questo caso credo che sia solo un dettaglio; all’Elba sterili sono state le voci in difesa: qui i piccoli e grandi “condottieri” hanno altri progetti all’orizzonte. Il Comune chi lo vuole unico, chi lo vuole a tre, chi lo vuole a due, i fuochi si sono accesi pure per la poltrona del Parco, per cui gli ottantenni possono rassegnarsi al loro destino: può darsi, come sempre, che quando sarà il tempo, essi saranno considerati, cercati, e telefonati per indurli a recarsi alle urne.