Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il Pd: “A Firenze segnale importante frutto del nostro lavoro”

Tortolini commenta l'esito dell'incontro fiorentino di ieri: "Frutto della mobilitazione della società elbana e del partito". Fabiani: "Un cambio di passo significativo"

Il Pd: "A Firenze segnale importante frutto del nostro lavoro"

Dopo le dichiarazioni dell’assessore regionale alla sanità Daniela Scaramuccia nel corso della riunione con la conferenza dei sindaci elbani, il Partito Democratico interviene sulla vicenda della sanità elbana. “Dall’assessore Scaramuccia è arrivato un primo segnale importante, frutto della mobilitazione della società elbana e del lavoro di queste settimane del Pd – afferma il Consigliere Regionale Matteo Tortolini. Ora dobbiamo avere la forza e il realismo di rilanciare. Occorre costruire in tempi celeri un progetto moderno di servizi socio sanitari sull’Elba, integrato con il continente e dentro l’area vasta. Un progetto che individui delle forti priorità su cui investire significativamente risorse e personale umano per raggiungere standard di eccellenza e altri servizi su cui è possibile un’integrazione con il continente e con i poli universitari. E’ legittimo che l’ASL faccia il suo mestiere, ma scelte di questo tipo competono alla politica”.

In questi giorni anche la Federazione Pd Val di Cornia – Elba si è attivata insieme al partito elbano presso la Regione Toscana per riaprire la partita sulla sanità locale. “Salutiamo con favore le parole pronunciate dall’assessore Scaramuccia ieri davanti ai sindaci, ribadisce il segretario della Federazione Pd Valerio Fabiani, un cambio di passo significativo che adesso deve essere declinato nelle scelte concrete. Si è riaperto il dialogo con chi rappresenta la comunità elbana e gli interessi veri dei cittadini e questa è la premessa fondamentale per mettere in campo un nuovo piano per la sanità all’Elba. In questi giorni, conclude Fabiani, come partito abbiamo lavorato per sostenere ed accompagnare l’iniziativa del territorio mobilitandoci tutti, ad ogni livello, dai circoli locali al partito regionale con il capogruppo in Consiglio regionale Bugli, perché pensiamo che questa vicenda oltre a rappresentare una battaglia in difesa dei diritti di tutti cittadini sia anche una sfida per una Regione che del proprio modello sanitario ha fatto un modello nazionale. Una sfida che la Toscana deve vincere in nome degli elbani e per continuare ad essere un esempio positivo di gestione della sanità in Italia pur dovendosi misurare con i drammatici tagli del Governo nazionale.