Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Non c’è un solo problema comprensoriale che sia stato risolto

di Lorenzo Marchetti (Pd)

Non c'è un solo problema comprensoriale che sia stato risolto

Bisogna prendere atto realisticamente come finora gli 8 comuni elbani non abbiano potuto, e alcuni voluto, fare altro che gestire l’ordinaria manutenzione all’interno del loro orticello. I grandi problemi dell’Elba sono rimasti irrisolti, oppure li hanno decisi altri, ma a modo loro. Questo perché manca una politica economica e territoriale unitaria, capace di rispondere alle sfide dell’oggi e del domani. Occorre riconoscere, serenamente e pacatamente, i fallimenti della Comunità Montana e il siluramento dell’Unione dei Comuni. La frammentazione istituzionale, in cui si dibatte la nostra Isola, ha portato molti amministratori locali a ritenere l’ospedale un problema della sola città di Portoferraio, lo stesso vale per le scuole superiori ospitate in quel comune. Mentre l’aeroporto di La Pila pare un problema del sindaco di Campo nell’Elba, così come lo è Pianosa. Lo stesso dicasi per le aree minerarie dimesse che paiono a appannaggio soltanto del comune di Rio Marina il quale, con Portoferraio, sembra essere l’unico destinatario dei collegamenti marittimi, etc. Insomma, non c’è un solo caso comprensoriale che sia stato portato a soluzione.