Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

I vertici della Cisl ricordino che non tutti gli iscritti votano Pd

di Roberto Marini e Luigi Coppola (presidente e coordinatore provinciali Udc Livorno)

I vertici della Cisl ricordino che non tutti gli iscritti votano Pd

Abbiamo letto con attenzione le accuse rivolteci sulla stampa dal signor Bisso, “paladino” del “suo” personale segretario provinciale Pardini; pur volendo evitare una replica diretta, non possiamo esimerci da fare alcune considerazioni. Al di là delle polemiche strumentali e strumentalizzate, sono state fatte affermazioni equivoche e non corrette, in quanto il presidente Casini non è mai stato al Governo e dai cosiddetti tempi del “Bunga Bunga”, ossia dal 2008 in poi, è dichiaratamente schierato all’opposizione dell’attuale maggioranza.

Inoltre vorremmo tranquillizzare il signor Bisso ed i suoi amici di penna, che non è nostra intenzione entrare nel merito delle manovre interne alla Cisl in vista dei prossimi congressi, in quanto conosciamo bene le nostre competenze e rispettiamo il sacrosanto principio di autonomia del sindacato. Al contrario di altri, noi interveniamo sulla stampa e facciamo le nostre considerazioni alla luce del sole, senza nessuna dietrologia. Pertanto rispediamo al mittente qualsiasi riferimento ad eventuali manovre nell’ombra da parte nostra, poiché non abbiamo proprio nulla nascondere e nessun interesse da perseguire nell’ambito sindacale.

L’unica cosa che ci preme e che sosterremo sempre senza nessuna riverenza nei confronti di chicchessia, è il diritto a tentare un dialogo con il mondo moderato nel quale anche la Cisl dovrebbe trovare dimora. E’ inutile nascondersi dietro inutili ed ipocrite polemiche, il segretario provinciale Pardini ha ammesso chiaramente che sta dentro il Pd e noi non abbiamo fatto nient’altro che dire inequivocabilmente come la pensiamo, senza avere la presunzione di tirare nessuno per la “giacca”. Proprio perché la Cisl sta con i propri iscritti, come sostenuto dal signor Bisso, sottolineiamo che moltissimi di questi non votano Pd ed hanno come unico obbiettivo la tutela dei loro interessi di lavoratori; è bene che questo sia chiaro a tutti, compreso il signor Pardini.