Quantcast
Orsini: "Entro dicembre io chiuderò con l'incarico all'Unione dei Comuni" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Orsini: “Entro dicembre io chiuderò con l’incarico all’Unione dei Comuni”

Il commissario nominato: “Primo incontro con i dipendenti venerdì, poi coi sindaci". La precisazione: "L’incarico attiene alla mia attività professionale. Nulla ha a che vedere con il mio ruolo nel movimento per il Comune unico"

Orsini: "Entro dicembre io chiuderò con l'incarico all'Unione dei Comuni"

E’ ufficiale. Gabriele Orsini è il nuovo commissario straordinario dell’Unione dei Comuni. Un ruolo importante per l’ex segretario generale della Provincia di Livorno, affidatogli dalla Regione Toscana nella seduta della Giunta di ieri pomeriggio per completare il lavoro avviato dal Commissario dimissionario Fabio Martino Battista, ora operativo in altra sede. “Devo ringraziare il presidente della Regione Toscana per la fiducia accordata – ha commentato il neo-nominato Commissario dell’ente comprensoriale dell’arcipelago toscano”.

L’incarico, come ha spiegato lo stesso Orsini, è già effettivo. Il nuovo commissario liquidatore dell’Unione di Comuni già nei prossimi giorni potrà prendere in mano le carte dell’ente, esaminare gli atti e valutare il da farsi. “Ho indetto già una prima riunione con i dipendenti dell’Unione il prossimo venerdì, successivamente sarà necessario il confronto con i sindaci dei comuni interessati. Non sarà, comunque, un incarico a lungo termine – assicura Orsini – entro dicembre credo che l’attività da svolgere potrà essere conclusa”.

Orsini è anche coordinatore del comitato per il Comune Unico. E spiega chiaramente qual è la sua posizione in questa doppia veste che si trova a ricoprire: “L’incarico all’Unione di Comuni attiene al mio lavoro, la mia attività professionale e alle mie competenze. Nulla ha a che vedere con il ruolo che ricopro all’interno del movimento per il Comune unico, un movimento cittadino, nato dal basso che crede che l’Elba abbia maggiore capacità di affermarsi nelle altre sedi istituzionali e di gestirsi attraverso questo processo di semplificazione amministrativa”.

E sulla condizione della sanità elbana ha commentato così: “Anche sul problema della sanità il Comune unico dell’Elba rappresenta secondo me un’occasione d’oro per quest’isola. Un Comune forte può meglio rappresentare se stesso e i suoi cittadini anche sul tema sanità. E con l’operatività del federalismo fiscale la nascita di un Comune unico per 30.000 abitanti, sarebbe sicuramente più in grado fornire servizi al cittadino, i piccoli Comuni rischiano di essere schiacciati”.