Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Le critiche dei piloti d’aereo? Giuste, noi li invitiamo all’Elba

di Franca Rosso (presidente di Confcommercio isola d'Elba)

Le critiche dei piloti d'aereo? Giuste, noi li invitiamo all'Elba

Ha molto colpito la denuncia del presidente di Aopa (l’associazione dei piloti di aerei privati) Rinaldo Gaspari, che su una rivista specializzata ha stroncato tariffe e servizi dell’aeroporto della Pila, consigliando ai colleghi din no farvi scalo. Gli risponde con questa lettera la presidente di Confcommercio, Franca Rosso:

Preg.mo presidente Gaspari,
a seguito del Suo intervento apparso sulla rivista “Volare” e rimbalzato in questi giorni sui nostri media locali, nei quali lamenta le esose tariffe praticate quest’anno dall’aeroporto della Pila agli aerei privati, poiché Lei esprime il desiderio di conoscere al riguardo il pensiero di commercianti ed operatori turistici locali, nella veste di presidente Confcommercio Elba mi sento di doverLe premurosamente rispondere.

Le confermo subito che il mondo economico elbano è pienamente consapevole dell’importanza di un efficiente aeroporto sull’isola, rappresentando esso uno degli aspetti prioritari, insieme ai collegamenti marittimi. Per questo motivo, la nostra associazione – insieme alle altre categorie economiche territoriali – ha inviato lo scorso mese di giugno un esposto ai vertici aeroportuali e agli assessorati ai Trasporti provinciale e regionale, nel quale si denunciavano le forti criticità emergenti dalla conduzione dello scalo.

Nel documento – che mi pregio trasmetterLe in allegato – vengono evidenziate le elevate tariffe praticate (con accluse relative lamentele pervenute all’Associazione Albergatori), oltre ad una serie di carenze di natura gestionale dovute all’assenza di politiche commerciali di sviluppo, e alla richiesta di un completamento degli investimenti strutturali.  

Il nostro diuturno interessamento al riguardo viene esercitato soprattutto attraverso la Cooperativa Elbafly – partecipata dalle associazioni di categoria, da enti locali e da una cospicua rappresentanza del tessuto economico e sociale dell’Isola d’Elba – che da diversi anni si occupa in prima linea della questione aeroportuale, attivando iniziative volte alla promozione e al potenziamento di flussi sull’isola.

Purtroppo, quanto da Lei denunciato è vero, e ce ne rammarichiamo fortemente, ma è altrettanto vero che le nostre pressioni stanno ottenendo dei risultati. In effetti, stiamo riscontrando una notevole disponibilità da parte della Camera di Commercio di Livorno nel voler sostenere una fase di rilancio dell’aeroporto, con la consapevolezza del forte valore che esso riveste per l’economia turistica del territorio.

Inoltre, la recente nomina dell’ing. Boccardo alla direzione dell’aeroporto, fa già intravedere un’auspicabile discontinuità con le precedenti linee gestionali. Vogliamo essere fiduciosi che la situazione possa andare a migliorare in futuro, anche per quanto riguarda il problema della continuità territoriale, per la quale stiamo sollecitando la riattivazione del bando in tempi brevi.

E’ pertanto con vivo piacere che Le esprimo il mio personale invito ad averLa quanto prima graditissimo ospite qui all’Elba, al fine di poter elaborare – insieme ai vari soggetti interessati – nuove strategie e una forma di collaborazione futura con l’associazione dei piloti privati da Lei presieduta. Nel rimanere in attesa di un Suo cortese cenno di risposta, per poter fissare in tempi brevi una data d’incontro, La prego di voler gradire i miei migliori saluti.