Quantcast
Il segretario della Cisl dovrebbe lasciare ed entrare nel Pd - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il segretario della Cisl dovrebbe lasciare ed entrare nel Pd

di Roberto Marini e Luigi Coppola (presidente e coordinatore provinciale Udc Livorno)

Il segretario della Cisl dovrebbe lasciare ed entrare nel Pd

Le dichiarazioni di Pardini ci sembrano inverosimili. Il segretario provinciale Cisl, proprio in nome di “quell’autonomia del sindacato” che egli stesso sottolinea, dovrebbe esimersi, se veramente intenzionato a non influenzare in alcun modo la tendenza degli iscritti al sindacato, dal fare pubbliche considerazioni sul valore di questa o di quell’altra compagine politica. Purtroppo, Pardini nel suo panegirico di parole non fa che confermare i nostri sospetti: abbiamo un sindacato Cisl a guida Pd. Alla risposta farneticante di Pardini, non può che seguire una nostra domanda a tutti gli iscritti Cisl: ma non vi pare una forzatura avere un segretario provinciale così apertamente schierato politicamente?

Ma non vi pare che le illazioni rivolte al nostro partito, siano quantomeno fuori luogo? E’ grave che Pardini parli di “mia organizzazione” e minacci addirittura di impedire a qualcuno l’ingresso in un libero sindacato. Piuttosto Pardini dia ampia spiegazione della sua evidente parzialità, una parzialità che crediamo non possa avere altra cura che rimettere il proprio mandato sindacale e dare sfogo alla sua legittima vocazione politica. Un segretario dovrebbe essere il garante “dell’unità e del dialogo”, Pardini ha scelto la strada sbagliata. Oltretutto, mai avremmo pensato che per unire il sindacato dalle divisioni servisse la sponda di un partito e non un tavolo di confronto fra le diverse organizzazioni, ma questa è la nostra opinione, non quella di Pardini e del Pd.