Quantcast
Informazioni turistiche su smartphone e cellulari - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Informazioni turistiche su smartphone e cellulari

Capoliveri capofila con il Parco nazionale, e Marciana aderisce. Il progetto t-smart permetterà l'accesso a sistemi di promozione innovativi. Sui tablet computer assistenza, guide e approfondimenti. E' la nuova frontiera

Informazioni turistiche su smartphone e cellulari

 Il comune di Marciana aderisce al T- Smart per la fruizione turistica territoriale dell’Arcipelago Toscano. Si tratta di un progetto che prevede la realizzazione, sul territorio dei Comuni che aderiranno all’iniziativa, di un sistema di accesso localizzato e diffuso alle informazioni turistico culturali e all’offerta turistica a cui la giunta marianese ha deciso di dare il suo assenso. In pratica un’informazione che va oltre la presenza di personale negli uffici informazioni e a cui è possibile accedere tramite smartphone e iphone. Questo è possibile sfruttando l’opportunità di effettuare un’azione comune sull’intero territorio dell’isola e dell’intero Arcipelago. Capofila del progetto è il Comune di Capoliveri affiancato dal Parco nazionale e, come partner tecnologico, dal Contratto di rete Fit Toscana. I Comuni in rete potranno realizzare una sinergia tecnologica per la promozione reciproca delle proprie risorse turistiche e ricchezze culturali ed enogastronomiche, tramite sistemi innovativi. Sui tablet computer di nuova generazione infatti mediante la lettura del codice localizzato si potranno visualizzare on demand approfondimenti e informazioni o attivare una audioguida di orientamento e assistenza al turista (un servizio del genere è stato lanciato l’anno scorso da Infoelba, nella foto). 

Il progetto è strutturato in modo da consentire la realizzazione di uno o più infopoint territoriali multilingua, come un vero e proprio ufficio turistico dedicato per fornire un servizio avanzato al turista. Il Comune di Capoliveri in qualità di capofila è incaricato, oltre a dedicare personale alla sua realizzazione anche a presentare alla presidenza del consiglio dei ministri la domanda di cofinanziamento del progetto