Quantcast
"Forum, ricorso incomprensibile Scatena solo la bagarre giuridica" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Forum, ricorso incomprensibile Scatena solo la bagarre giuridica”

La lettera di "un gruppo di cittadini di Rio Marina e Cavo": "L'impugnazione non porta alcun vantaggio, e spinge alla solidarietà verso il nuovo sindaco"

"Forum, ricorso incomprensibile Scatena solo la bagarre giuridica"

Questo è il testo di una lettera rivolta al sindaco di Rio Marina, Paola Mancuso:

“E’ chiaro che in democrazia nessuno può impedire una iniziativa, ma quella del Forum non ha ancora una motivazione comprensibile e utile per lo svolgimento della vita amministrativa del paese, legato allo sviluppo economico e anche sociale della nostra pur piccola  comunità.  

La presunta incompatibilità della allora candidata Paola Mancuso, sollevata prima delle elezioni, non è stata considerata dai cittadini un problema evidente, e questo lo dimostra il risultato elettorale; e avendo dichiarato pubblicamente, l’attuale sindaco di Rio Marina, che fra i due incarichi avrebbe scelto quello di primo cittadino, qualora dovesse mantenerne uno solo, l’unica possibile lettura del ricorso effettuato è quella del semplice senso di rivalsa.

Se davvero l’iniziativa si dichiara animata da un senso di giustizia, altre potevano essere le strade. La situazione italiana, dove con le azioni giudiziarie in buona parte è stata compattata per ben sedici anni una maggioranza, dimostra che per vincere le elezioni non bastano le accuse, anche qualora fossero giustificate, ma bisogna creare una valida e credibile alternativa, senza la quale  è difficile per la sinistra paesana aprire un varco nel potere consolidato da questi ultimi 10 anni.

Questo ricorso non va a beneficio di nessun cittadino, comunque si svolga, che sia accettato o no, ma concentrerà le due forze di maggioranza ed opposizione in una bagarre giuridica che porterà via tempo prezioso ad entrambi. Nessuno ha pensato che anche come semplice consigliere comunale, Paola Mancuso, che ha comunque sempre partecipato attivamente alla vita politica e sociale del paese, avrebbe avuto sempre, ufficialmente o ufficiosamente, un aspetto di incompatibilità con la carica di segretario dell’Appe, e i problemi in otto anni sarebbero saltati fuori, specialmente dai rappresentanti dei Comuni di Piombino e Portoferraio, che invece le hanno dimostrato per il momento solidarietà e magari stupore, constatando che proprio i suoi concittadini rilevano eccezioni al suo compito e comunque,  di conseguenza, al suo operato, invece apprezzato anche dalle eventuali “vittime” di questa presunta incompatibilità.

Il paradosso è che dopo decenni in cui lo sviluppo turistico elbano si è indubbiamente concretizzato nella parte più occidentale dell’isola, con relativi ed indiscussi appoggi politici, per una volta che un conflitto di interesse, ancora da verificare e smentito comunque nientedimeno che dal ministro dei Trasporti, si verifica o si presume a favore del Comune di Rio Marina, ci si appellano proprio i cittadini di quel Comune…Questi atteggiamenti possono essere interpretati da alcuni come spunti di tafazziana memoria.

Sotto questo aspetto vediamo questo ricorso, e speriamo vivamente di sbagliarci, come un attacco personale, senza motivazioni così evidenti da tirare in ballo l’etica e il senso di giustizia, senza dei  concreti vantaggi per la comunità qualora venisse accettato e sta comunque provocando un sentimento di solidarietà da parte di molte persone che si stringono sempre di più vicino al nuovo sindaco di Rio Marina, Paola Mancuso”.

Un gruppo di cittadini di Rio Marina e Cavo