Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Rifiuti, cambia tutto. Obiettivo differenziata al 60%

Accordo Esa-Comune di Marciana Marina per modificare raccolta e tariffazione, per aziende e famiglie. Previste penali per il gestore. Pronta la stazione ecologica per gli elettrodomestici, presto anche per olii e potature

Rifiuti, cambia tutto. Obiettivo differenziata al 60%

Marciana Marina si avvia verso nuove e più efficienti soluzioni per risolvere l’annosa questione dei Rifiuti solidi urbani. Dopo un anno di lavoro e trattative con Esa spa, la società alla quale il comune di Marciana Marina ha affidato da anni la gestione del servizio, oggi arrivano i primi risultati che cambieranno il modo di fare raccolta e smaltimento all’interno del territorio comunale, con un nuovo contratto diverso da quello già in atto andato a scadenza. Individuate a tavolino le criticità del vecchio modo di gestire il ciclo dei rifiuti, criticità legate soprattutto al servizio di raccolta differenziata, Esa e amministrazione comunale firmeranno nei prossimi giorni un nuovo contratto che cambierà in meglio l’organizzazione degli RSU. “Siamo soddisfatti dell’accordo che andremo a siglare con la società – ha spiegato il vicesindaco di Marciana Marina Francesco Lupi – che ha collaborato con noi sin da subito. Abbiamo lavorato seriamente per trovare una soluzione condivisa che andasse nel senso di migliorare il servizio per il comune e per gli utenti, tenendo conto anche dei suggerimenti e delle esigenze della stessa Esa che si è resa disponibile sin da subito ad avviare un nuovo percorso con noi”. Le novità più importante riguardano la differenziata che toccherà le famiglie in primis e poi albergatori e bar e ristoranti. Ai privati – spiega Lupi – saranno fornite in comodato gratuito le compostiere per la raccolta dell’umido, all’uso di queste corrisponderà un buono di circa € 15 sulla tariffazione. Per bar, ristoranti e alberghi è, invece, prevista la raccolta porta a porta. Ciascun attività di somministrazione di alimenti e bevande avrà un proprio punto di conferimento per la differenziata, qui avverranno periodici passaggi di raccolta da parte di Esa.

“In questo modo – ha spiegato il vicesindaco di Marciana Marina – ci siamo dati l’importante obiettivo, per questo primo anno, di raggiungere il 60% di raccolta differenziata, per avvicinarci ai parametri imposti dalla Regione Toscana e per l’anno prossimo, puntiamo al raggiungimento del 75%”. E se l’obiettivo non dovesse essere raggiunto scatteranno le penali, ma non per il Comune, bensì per la società che gestisce il servizio. Ma non è tutto: “E’ già pronta la stazione ecologica per la raccolta di inerti nell’area retrostante il cimitero – sottolinea Lupi -. Un servizio reso possibile grazie al finanziamento pubblico ottenuto dall’amministrazione comunale. Qui possono essere conferiti batterie, ferri vecchi, elettrodomestici e molto altro. Ma ci stiamo già attivando per creare un punto di raccolta per gli oli domestici e per rifiuti derivanti da sfalci e potature”.