Quantcast
Piccoli poeti crescono. Capoliveri, il premio Paolo Aprile - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Piccoli poeti crescono. Capoliveri, il premio Paolo Aprile

Nella piazzetta La Vantina la prima serata della decima edizione della rassegna internazionale. Il servizio con l'intervista a Giorgio Weiss

Piccoli poeti crescono. Capoliveri, il premio Paolo Aprile

Nella piazzetta “la Vantina “ di Capoliveri si è disputata la prima serata della decima edizione del premio internazionale della poesia, intitolato a Paolo Aprile. Ancora una volta giovani poeti in erba si sono improvvisati attori e scrittori e senza mostrare nessuna emozione al cospetto di una giuria e di un pubblico che riempiva in ogni ordine di posti il caratteristico anfiteatro capoliverese, e si sono cimentati nel concorso a loro riservato e come sempre magistralmente organizzato da Giorgio Weiss. Gli elaborati dei piccoli poeti, da loro stessi declamati, ci hanno regalato un nuovo mondo anzi antico, forse dimenticato, in un attimo, futuro e il passato si sono uniti davanti agli occhi attenti degli intervenuti. Le parole recitate ad arte si alternavano alle emozioni, l’espressione e la schiettezza vincevano alla grande l’inevitabile confronto rispetto all’esperienza, ognuno alla sua maniera offriva al pubblico sentimenti, sfumature, idee, percezioni che rimanevano senza nome aleggiando nel piccolo anfiteatro , dando vita e corpo a sentimenti sconosciuti o troppe volte soffocati dentro ognuno di noi. Nell’intervallo che ha permesso alla giuria di vagliare i lavori e decretare i vincitori nel piccolo anfiteatro gremito all’inverosimile si è esibito un artista del teatro di strada. Insomma, tutti meravigliosamente bravi, a parte una doverosa classifica di routine non ci sono stati né vincitori né vinti ma solo l’applauso sincero del pubblico davanti a una serie dimenticata di valori che i più piccoli hanno cercato con la loro innocenza (riuscendovi) a farci riscoprire. Grazie piccoli poeti, al prossimo anno.