Quantcast
ESA CITA IN GIUDIZIO 4 COMUNI: CREDITO DA 5 MILIONI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

ESA CITA IN GIUDIZIO 4 COMUNI: CREDITO DA 5 MILIONI

FRANGIONI A TELETRRENO: "DISATTESI I PIANI DI RIENTRO, DEVO TUTELARE LA SOCIETA', NON ABBIAMO ALTRA SCELTA SE NON I DECRETI INGIUNTIVI"

ESA CITA IN GIUDIZIO 4 COMUNI: CREDITO DA 5 MILIONI

Esa chiede il conto ai Comuni elbani. L’annuncio lo ha dato l’altra sera a “Focus” di Tele Tirreno Elba Giovanni Frangioni, presidente dell’azienda partecipata che cura il ciclo dei rifiuti all’Isola d’Elba. Frangioni ha fatto il punto della situazione dopo quattro anni di attività, e fra le noti dolenti ha citato il rapporto con gli enti, che poi sono anche soci di Esa.

La società è arrivata addirittura ad emettere delle ingiunzioni nei confronti di quattro Comuni: “È dovuto succedere – ha spiegato Frangioni – perché c’è questa anomalia dei soci che mettono in difficoltà la società. Noi vantiamo dei crediti, attualmente saremo sui 5 milioni circa, ed è evidente che la società va tutelata da questo punto di vista. Dopo vari negoziati, tentativi, piani di rientro che abbiamo chiesto ai Comuni e poi disattesi, siamo stati costretti a portare in giudizio questi Comuni”.

Evidente che per i Comuni il debito nei confronti di Esa è oggetto di contestazione. In passato ci furono polemiche per fatture emesse come conguaglio o adeguamento tariffario.

Frangioni va avanti: “E’ stata una cosa sofferta. Quando una società è in conflitto con i propri soci c’è qualcosa che non funziona: per prestazioni di servizio si deve prevedere nei bilanci di pagare il servizio reso. Cosi non è. Si sono accumulati con alcuni Comuni crediti significativi che noi vantiamo, pertanto abbiamo ritenuto di arrivare alla strada dei cosiddetti decreti ingiuntivi”.