Quantcast
"IL PD RICAMBIA IDEA E ORA VUOLE RIDURRE I COMUNI" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“IL PD RICAMBIA IDEA E ORA VUOLE RIDURRE I COMUNI”

L'UDC RIESE: "I DEMOCRATICI HANNO PARLATO DI COMUNE UNICO SOLO, E IL GIORNO DOPO E' SPARITO DAL LORO DOCUMENTO ELETTORALE, RIPIEGANO SULLE FUSIONI CHE HANNO RESPINTO QUANDO A PROPORLE ERA RIO MARINA"

"IL PD RICAMBIA IDEA E ORA VUOLE RIDURRE I COMUNI"

Dall’Udc di Rio Marina riceviamo:

“Ha ragione l’onorevole Bosi quando rimprovera i suoi colleghi di centrosinistra per aver aderito all’Unione dei Comuni, imposta da Firenze, pur sapendo che in tal modo avrebbero penalizzato l’Elba. E fa bene a indignarsi con Peria e compagni che in quest’occasione, anziché protestare contro la Regione, hanno ribaltato la frittata, cercando di colpevolizzare le amministrazioni elbane rimaste volutamente fuori dall’Unione.

Bosi polemizza giustamente con la sinistra per la “campagna di disinformazione” tendente ad accreditare nell’opinione pubblica l’idea che le comunità di arcipelago siano enti impossibili da realizzare e cita per l’ennesima volta l’art. 29 del Testo Unico “che nessuno ha cancellato, né intende cancellare” e che è chiarissimo nella sua formulazione. E denuncia, infine, la “scorrettezza istituzionale” dei democratici, per aver fatto “approvare degli organi in scadenza decisioni impegnative di lungo periodo”.

Il ragionamento del nostro sindaco non fa una piega ma polemizzare con questi dirigenti del Pd è come polemizzare con l’aria perché, in realtà, non hanno nessuna visione organica e coerente dei problemi elbani, né a livello personale, né di partito. E se anche ne avessero una, non avrebbero il coraggio sufficiente per difenderla fino in fondo. Perciò evitano di perseguire strategie amministrative autonome, diverse da quelle imposte loro dalle “istanze superiori di partito” e preferiscono navigare a vista, tra tatticismi e propaganda, cercando di uscire da ogni situazione con il massimo vantaggio politico o il “minor danno” d’immagine.

Prova ne sia che in vista del voto sull’adesione di Portoferraio all’Unione dei Comuni, i cosiddetti Democratici, hanno blandito Rifondazione, facendo finta di impegnarsi per il Comune unico. Poi, una volta incassata l’astensione del gruppo comunista, si sono rimangiati velocemente la promessa, ripiegando su una più modesta “semplificazione amministrativa”, la stessa che avevano sdegnosamente respinto, allorché fu proposta dall’onorevole Bosi.

Anche l’ultima esternazione di Peria per riaffermare l’idea del Comune unico, già appannata dalle ultime sortite del Pd, è poco convincente e sa di propaganda, perché se egli ne avesse avuto veramente l’intenzione, invece di blaterare sui giornali, avrebbe già disposto gli atti amministrativi necessari”.