Quantcast
"IL COMUNE UNICO URGENTE, MA NO AD ACCORDI COL PRC" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“IL COMUNE UNICO URGENTE, MA NO AD ACCORDI COL PRC”

di Roberto PERIA (sindaco di Portoferraio)

"IL COMUNE UNICO URGENTE, MA NO AD ACCORDI COL PRC"

Il coordinatore elbano di An, e candidato a sindaco di Portoferraio Luigi Lanera, ha dichiarato pubblicamente che considera la posizione sul Comune unico assunta dalla mia maggioranza un progetto molto difficile e quindi un diversivo elettorale, finalizzato a ricercare l’accordo con Rifondazione Comunista.

A Lanera rispondo che sbaglia di grosso. Il progetto del Comune unico è oggettivamente complesso, ma a mio avviso – e non solo mio, per fortuna – non è rinviabile e va messo subito nell’agenda delle istituzioni elbane; vedrà quindi nei prossimi mesi come si compiono dei passi concreti e decisivi per la sua realizzazione. Per quel che riguarda il rapporto con Rifondazione, mi sembra che sia ormai assodata l’impossibilità di un accordo elettorale, da loro stessi ribadita nel recente congresso di partito. Lanera dice poi che io sono lontano dai problemi della gente e propone idee alternative per il governo di Portoferraio.

Ad esempio, oltre a dire no al Comune unico, qualche giorno fa ha affermato che al posto del polo scolastico universitario della ex caserma Teseo Tesei realizzerebbe una foresteria per pendolari. Dal nostro punto di vista sarebbe un vero disastro, dopo anni di lotte per dare ai nostri ragazzi una struttura decente ed accogliente. Qualche tempo fa ha anche detto che la nuova sede dell’Apt ed i nuovi servizi di accoglienza turistica lui non li realizzerebbe all’ingresso della Calata, nell’area della Gattaia, ma al Palazzo Coppedè al porto. Al di là dei ritardi che una tale opzione comporterebbe, se fosse realizzata l’ipotesi di Lanera si riuscirebbe in un risultato straordinariamente negativo: tenere lontani dal centro storico i turisti, ottenendo un effetto esattamente opposto rispetto a quello auspicato.

Come si comprende non sono assolutamente d’accordo praticamente su nessuna delle proposte di Lanera (l’elenco potrebbe continuare), il che, peraltro, dimostra che la politica non è la notte dove tutte le vacche sono nere. Spero comunque che il suo metodo, criticare ma anche proporre qualcosa di alternativo, verrà adottato da tutti, soprattutto in vista di una campagna elettorale in cui si dovrà discutere molto seriamente della nostra città e dimostrare ai cittadini chi ha le idee migliori per il suo futuro.