Quantcast
OK AL PIANO DEI LAVORI PUBBLICI, PRC: "FINE TRAGICA" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

OK AL PIANO DEI LAVORI PUBBLICI, PRC: “FINE TRAGICA”

IL CONSIGLIO COMUNALE HA APPROVATO IL PROGRAMMA DELLE OPERE. RIFONDAZIONE COMUNISTA DURISSIMA: "NIENTE DI NUOVO E SCELTE ELETTORALI, AFFONDA COSI' TRAGICAMENTE L'ESPERIENZA NATA NEL 2004"

OK AL PIANO DEI LAVORI PUBBLICI, PRC: "FINE TRAGICA"

Il Consiglio comunale di Portoferraio ha approvato il piano triennale delle opere pubbliche, con grande anticipo rispetto agli anni precedenti. Ma questo atto fondamentale di programmazione urbanistica mette un altro masso sopra un possibile centrosinistra unito in vista delle prossime elezioni.

Rifondazione Comunista infatti boccia severamente le previsioni elaborate dalla giunta: “Il Partito Democratico e i suoi alleati affondano tragicamente il progetto di Città del Programma ‘Portoferraio Domani’.

I consiglieri di Rifondazione Comunista hanno “ritenuto opportuno” un voto di astensione. Non hanno votato contro “in quanto le opere previste dal 2009 al 2011 sono certamente condivisibili”, rilevando però che “si tratta però soltanto di manutenzioni ordinarie e recuperi necessari e utili”.

Un’altra critica: un “affollamento di previsioni nel prossimo anno, dovuto probabilmente solo a motivi elettorali. Tanti di questi futuri cantieri potevano però già essere stati aperti (e chiusi) da tempo – dicono gli esponenti di Rifondazione Comunista – solo la sudditanza del sindaco e dell’intera giunta ai condizionamenti e ricatti della struttura dirigenziale amministrativa interna del comune lo ha impedito”, e questo Rifondazione Comunista – sottolinea – “lo afferma con chiarezza dal 2007”.

Rifondazione garantisce che c’era la sua disponibilità: “Non abbiamo potuto votare a favore: questo piano delle opere pubbliche non disegna niente di nuovo”. Il giudizio complessivo sembra definitivo: “La legislatura è finita senza che si sia veramente avviato quel progetto di trasformazione profonda e di rilancio economico che era stato promesso agli elettori nel 2004. Affonda tragicamente questa esperienza politica e le speranze che aveva suscitato. Il Pd e i suoi alleati, con Sinistra democratica e Verdi in primis, hanno scelto anche in questo triste finale di legislatura di accontentare altre priorità, ma non quelle di Portoferraio e dei suoi cittadini”.