Quantcast
"IL COMITATO? E' NATO PER LE PRIMARIE, NON PER VANNO" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“IL COMITATO? E’ NATO PER LE PRIMARIE, NON PER VANNO”

INTERVISTA A LANDI SULLE COMUNALI DI CAMPO: "NON MI MUOVO CON IL PDL, NON FACCIO PASSI AVANTI, CERCO DI CAPIRE CHE SUCCEDE, COSA FANNO I PARTITI DI DESTRA E SINISTRA E SE PORTANO AL VOTO LA GIUNTA USCENTE"

"IL COMITATO? E' NATO PER LE PRIMARIE, NON PER VANNO"

All’indomani dell’accordo fra Paese Moderno e Il Faro abbiamo scritto che al centro dei movimenti in vista delle amministrative restavano sul campo nomi di Vanno Segnini e Marco Landi.

Che qualcuno del primo gruppo civico non aveva aderito al “Nuovo progetto per Campo”, che qualcuno aveva aderito con molta riluttanza, e che qualcuno non voleva rinunciare alla “carta Landi”. Poche ore dopo aggiungemmo una precisazione importante: che Landi non aveva aderito alla scelta sottoscritta dalla maggioranza di quella che era anche una sua “creatura” (Paese Moderno) da cui è nato quello che abbiamo chiamato il “blocco civico campese”.

Oggi lui stesso – se non un passo indietro – assicura che non lo fa neanche avanti. Eppure a Campo, e non solo, la domanda resta (anche alla luce dei risultati del 2004): che fa Landi? Trova finalmente un’intesa con il Pdl, resta dentro Paese Moderno. Qualcuno ipotizza un accordo con il campo del centrosinistra.

Allora Landi, andiamo con ordine: si muove con il centrodestra (qualcuno direbbe finalmente)?

“Assolutamente no, al momento non faccio nessun passo in avanti. Cerco di capire meglio la situazione. Sono sereno, tranquillo, cerco di capire e nel frattempo continuo a fare quello che ho sempre fatto, e cioè il consigliere comunale, quindi al momento cerco d’impegnarmi su questo. Poi cerco di capire anche cosa sta succedendo a Capoliveri, a Marciana e a Portoferraio”.

Lo sbocco di Paese Moderno non l’ha soddisfatta, comunque…

“Mi sembra un passo in avanti. Quando si tratta di iniziative che servono a motivare i giovani ad avvicinarsi ad alcune temi sociali o amministrativi e alle problematiche del paese io partecipo e do una mano e sono in prima linea”.

Invece…

“Quando si deve fare un accordo non tra cittadini ma tra gruppi invece sinceramente prima di fare un passo avanti vorrei prima capire la situazione. Voglio capire meglio per esempio cosa intendono fare i partiti politici, sia di destra che di sinistra. Mi chiedo cosa fa il Pd e cosa fanno gli altri, soprattutto cosa fa l’amministrazione uscente”.

Cosa vuol vedere sul fronte del centrosinistra?

“Se intende ripresentarsi con parte della giunta uscente o meno. Vorrei capire meglio la situazione politica. Al momento non è chiara ed io non me la sento di fare passi in avanti. Che poi ci siano stati alcuni ragazzi di Paese Moderno che hanno ritenuto di fare questo comitato…liberissimi di farlo. Tutto è avvenuto in totale correttezza e se n’è parlato insieme tante volte di questa cosa”.

Non c’entra per caso la candidatura di Segnini con la sua mancata adesione?

“Assolutamente no, anzi è uscita anche un’altra candidatura. Quel che è certo è che il comitato non è stato fatto per Vanno Segnini. Il comitato è stato fatto – per quel che ho visto io sui giornali – con un programma che punta dritto dritto alle primarie. Poi per il resto se Paese Moderno farà altri incontri a tema io parteciperò come ho già fatto, e m’impegnerò attivamente”.

Rita Blando