Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

DOPO 38 ANNI SI’ ALL’AUTOSTRADA CHE “PORTA” ALL’ELBA

IL CIPE APPROVA L'AGOGNATO PROGETTO DELLA LIVORNO-CIVITAVECCHIA, FINANZIATO CON FONDI PRIVATI. FINIRA' LA STROZZATURA DI ROSIGNANO. ENTRO UN ANNO L'INIZIO DEI LAVORI. MATTEOLI: "UN PASSO IMPORTANTE"

DOPO 38 ANNI SI' ALL'AUTOSTRADA CHE "PORTA" ALL'ELBA

Via libera del Cipe sia al progetto dell’autostrada Cecina-Civitavecchia, che potrà ora essere avviata essendo interamente finanziata con capitali privati. Un’nfrastruttura attesa da decenni, anche in Val di Cornia e all’Elba, che non saranno pià legate così alla strozzatura della barriera di Rosignano e al traffico della variante Aurelia. Con un’uscita autostradale presumibilmente all’altezza di Piombino, l’isola sarà più vicina al resto del Paese.

“Credo che oggi si sia fatto un passo molto importante per riavviare l’infrastrutturazione del Paese”, ha detto il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, riferendosi all’assegnazione dei Fondi Fas per le infrastrutture per 7,3 miliardi di euro, aggiuntivi ai 9,3 miliardi di fondi statali e privati.

“Ora procederemo alla cantierizzazione delle opere pronte che potranno essere avviate nel prossimo anno – ha aggiunto Matteoli -. Desidero ringraziare il presidente Berlusconi e tutti i colleghi ministri che hanno convintamente appoggiato questo sforzo finanziario del governo, nella consapevolezza che le opere pubbliche servono al Paese per modernizzarsi e, in questa pesante fase recessiva, sono indispensabili per aiutare
la ripresa economica, la crescita del Pil e la difesa dell’occupazione. Sono molto lieto, in particolare, per l’approvazione del progetto della Cecina-Civitavecchia, attesa da 38 anni. L’opera sarà avviata entro il novembre del 2009 attraverso fondi privati, senza oneri per lo Stato”.